novembre 2014

Riccardo Muti al Quirinale? Pazza idea

“È fatta, Renzi e Berlusconi hanno già parlato e trovato l’accordo. Muti presidente, Gianni Letta segretario generale. Colpo di genio. Voglio vedere chi dirà no a Riccardo Muti!”. Chi avrebbe il coraggio di opporsi a tanto orgoglio nazionale? Lui è il vero made in Italy, il meglio che l’Italia ha nel mondo. Suo segretario generale? Gianni Letta”.

Roma e la sfida del contemporaneo

Architettura di qualità. Senza archistar. Nella Capitale nuovi progetti ridisegnano il volto di quartieri degradati e privi di identità. Ma serve più impegno da parte della politica, dicono i progettisti che il 5 dicembre invitano gli amministratori a un confronto pubblico.
article placeholder

Buona parte dei voti perduti dal Pd era in piazza il 25 ottobre

Molti di quelli che vedevi in piazza erano gli stessi che facevano le feste dell’Unità e le campagne elettorali della sinistra. I primi voti che il Partito democratico non ha più ritrovato nelle urne erano probabilmente in quella piazza. Voti di cittadini che non avevano voglia di abbandonare il Pd. Semplicemente hanno preso atto che il Pd, o per lo meno chi lo dirige, ha abbandonato loro.
article placeholder

Ttip: multinazionali contro Stati

Le norme del Transatlantic trade and investment partnership tra Europa e Usa dovrebbero essere “armonizzate” al fine di evitare la formazione di vantaggi competitivi per questa o quell’impresa: la loro definizione sarebbe così sottratta ai parlamenti nazionali e allo stesso parlamento europeo.

Ttip, al mercato dei diritti

Nord America e Ue negoziano, in gran segreto, un patto in cui la sovranità degli Stati verrebbe sacrificata sull’altare degli interessi privati. Salute, alimentazione, lavoro, proprietà intellettuale, servizi pubblici. Ecco cosa si nasconde dietro il Ttip, il Trattato transatlantico di liberalizzazione di commercio e investimenti.