Aperturisti? No, scriteriati che giocano col fuoco

Gli attacchi delle destre contro la gestione della crisi sanitaria del ministro Speranza sono un’operazione di sciacallaggio sulla pelle del Paese

L’equilibrista

Prima ringrazia il governo libico per le deportazioni dei migranti, poi definisce Erdogan un "dittatore". Draghi dà un colpo di qua e uno di là. Per non accontentare nessuno e non scontentare tutti

Uprising, come si ribella un continente

In questo lungo anno di pandemia sono stati pochi i media italiani che hanno allargato con continuità e in profondità lo...

IN EDICOLA

Editoriale

Uprising, come si ribella un continente
Di Federico Tulli

Cover Story

Al gran galà della democrazia
Di Giacomo Zandonini

L’inizio della fine di al-Sisi

L’incagliamento della Ever Given ha ribadito la centralità del canale di Suez nell’economia mondiale. Ma così ne ha forse decretato il fallimento. Portando con sé anche i sogni di gloria del regime. E dando una nuova prospettiva alle antiche rotte di circumnavigazione dell’Africa

Luanda, le mille contraddizioni della metropoli Eldorado

Grazie soprattutto al petrolio, Luanda ha vissuto per anni un boom economico che ha attirato milioni di persone. Ma l’aumento del benessere non è stato equo e anzi ha acuito disuguaglianze strutturali. Anche per questo, ora, le giovani generazioni della capitale reclamano una svolta politica che abbia ricadute in tutto il Paese

“Ma che bel cioccolatino crespo”

"Razzismo inconsapevole", rubrica a cura di Gabriella Nobile

La logica disumana dell’embargo

Una risoluzione Onu approvata a marzo sollecita gli Stati a far cessare le misure economiche coercitive unilaterali. L’Italia ha votato contro sollevando un acceso dibattito pubblico. Ne abbiamo parlato con il giurista Fabio Marcelli

Nuove idee per una città solidale

Tra i progetti di innovazione sociale a Torino c’è una portineria di comunità per aiutare i bambini nello studio e gli anziani soli e in difficoltà con le nuove tecnologie. Il racconto di Giovanni Damasco, direttore della Rete italiana della cultura popolare che ne è l’artefice

Le donne emancipate nel mirino dei talebani

Nel Paese dei papaveri gli estremisti islamici pianificano e realizzano attacchi e omicidi contro giornaliste, insegnanti e operatrici della società civile. Donne e cultura sono i loro incubi più grandi. Mentre il governo di Kabul voleva impedire alle ragazze di cantare in pubblico

Il vaccino non premia Benjamin Netanyahu

Dopo 12 anni al potere e le elezioni del 23 marzo, il premier uscente si trova in uno stallo politico. Non ha una maggioranza per formare un nuovo governo con gli alleati del blocco estremista religioso e di destra. E deve bussare a più porte per trovare una soluzione

Nell’uovo, le armi

L'utilizzo dei fondi del Piano nazionale di rinascita e resilienza viene proposto anche per il comparto militare, che non era presente nel piano di Conte. Dove siano innovazione, transizione ecologica e inclusione sociale in tutto questo potrebbe spiegarcelo Draghi