Attivista comunista a 13 anni, al fianco di una formazione guevarista in Bolivia, nella Gap di Allende e poi con i sandinisti. Prima di solcare i mari per fermare baleniere e navi militari. L’avventurosa vita di un combattente innamorato raccontata da Bruno Arpaia
«La letteratura ha il potere silenzioso di cambiare menti e cuori. Di farci comprendere altre persone e di stringere profonde relazioni con loro», dice Ayesha Harruna Attah che ha appena pubblicato il suo nuovo romanzo "Il grande azzurro". Il 14 aprile, alle ore 18, la scrittrice ghanese lo presenterà in diretta nella pagina Facebook del Circolo dei lettori di Torino. Il 22 aprile invece sarà in diretta con la Libreria Griot
Ateo, socialista e insofferente verso le gabbie ideologiche, l’autore di Millenovecentottantaquattro era un umanista controcorrente, come raccontano non solo i suoi testi autobiografici ma anche quelli politici e contro la pena di morte
«Non faremo sparire i vichinghi con le corna se non sappiamo come ragionano quelli che gli stanno intorno» dice l'accademico e anglista. E osserva: «Per ricominciare a unire il Paese Biden dovrà prima sfaldare il tessuto connettivo ideologico razzista che l'opprime»
Le venti novelle di Calvino sono un esempio di sensibilità per il paesaggio e di ambientalismo ante litteram. Ma sono anche una lezione sul tempo, sulla necessità di lentezza e di profondità nell’osservare la realtà. Un testo da riscoprire a scuola. E non solo
Esistono vari piani di lettura della storia del burattino più famoso al mondo. E analizzandoli, si può scoprire la straordinaria modernità della favola creata da Collodi. Un’opera che scardina la letteratura tradizionale per l’infanzia e parla di un cambiamento che è anche culturale
Con linguaggio poetico e ironico, in “Al di là dell’estetica”, il premio Nobel Wole Soyinka svela e denuncia lo sforzo dogmatico - colonialistico o religioso - con cui si è cercato di eliminare le tradizioni artistiche africane
I classici per l'infanzia tornano in nuove edizioni arricchite da opere di originali illustratori. Un viaggio nel mondo della fantasia e dell'avventura di ieri e di oggi
Proporre racconti della tradizione popolare dove ci sono prove da superare per protagonisti ingegnosi e sensibili. È l’idea che ha ispirato la scrittrice toscana, autrice di “Ti racconto le fiabe”. E in questo dialogo con l’archeologa Cinzia Murolo dice: «Sono narrazioni semplici ma di grande spessore e significato»
Come i romani preconizzavano l’avvenire dall’interpretazione di brani dell’opera di Virgilio, così potremmo fare oggi con il "Finnegans Wake”. Facendo scoperte sorprendenti. Perché tra le parole dell’autore irlandese incontriamo un «Trump adieu», e poi ci imbattiamo in Biden, Salvini e perfino in Totti. Ecco un viaggio insolito per lettori «divinatori di tracce»