"Amare-I respiri dell'essere" è la raccolta di poesie di Sanda Pandza appena pubblicata da Kimerik. Questo testo è la prefazione scritta da Fiorella Quaranta
Un ambiente di lavoro così perfetto da risultare inquietante. In cui il capitalismo adotta una disciplina militare e la lascia applicare a un algoritmo. Angelo Mastrandrea, nel suo nuovo libro L’ultimo miglio, indaga in profondità la realtà degli stabilimenti Amazon, e non solo
Nel romanzo verità, La città dei vivi, lo scrittore si immerge in una vicenda sconvolgente: l’omicidio di Luca Varani avvenuto nel 2016. E lo fa con lo strumento della letteratura: un ritmo trascinante e potente e la lingua più fluida che abbia mai trovato per raccontare
Nei suoi libri lo scrittore affronta vicende umane su cui in genere viene steso un velo d’oblìo. E invece, osserva, queste storie servono «a ribaltare gli stereotipi, a cambiare punto di vista». Perché la letteratura ha anche la funzione di avvicinare le persone e creare empatia
Riportare la guerra di Liberazione nel suo contesto storico, evitando semplificazioni da social. E smontare così i luoghi comuni e le fake news propalati dalle destre (e non solo) per svuotare di senso la Resistenza. È lo scopo del nuovo saggio della storica Chiara Colombini
Attivista comunista a 13 anni, al fianco di una formazione guevarista in Bolivia, nella Gap di Allende e poi con i sandinisti. Prima di solcare i mari per fermare baleniere e navi militari. L’avventurosa vita di un combattente innamorato raccontata da Bruno Arpaia
«La letteratura ha il potere silenzioso di cambiare menti e cuori. Di farci comprendere altre persone e di stringere profonde relazioni con loro», dice Ayesha Harruna Attah che ha appena pubblicato il suo nuovo romanzo "Il grande azzurro". Il 14 aprile, alle ore 18, la scrittrice ghanese lo presenterà in diretta nella pagina Facebook del Circolo dei lettori di Torino. Il 22 aprile invece sarà in diretta con la Libreria Griot
Ateo, socialista e insofferente verso le gabbie ideologiche, l’autore di Millenovecentottantaquattro era un umanista controcorrente, come raccontano non solo i suoi testi autobiografici ma anche quelli politici e contro la pena di morte
«Non faremo sparire i vichinghi con le corna se non sappiamo come ragionano quelli che gli stanno intorno»
Le venti novelle di Calvino sono un esempio di sensibilità per il paesaggio e di ambientalismo ante litteram. Ma sono anche una lezione sul tempo, sulla necessità di lentezza e di profondità nell’osservare la realtà. Un testo da riscoprire a scuola. E non solo