Da un mese è in corso una preoccupante escalation degli scontri a Gerusalemme e a Gaza. Cesserà mai il conflitto con Israele? Ne parliamo con uno tra gli autori più originali della poesia palestinese. «Non serve andare ad Harvard per imparare che siamo tutti uguali - dice -, tutti abbiamo una naturale predisposizione al rifiuto delle ingiustizie»
È possibile paragonare il conflitto di oggi in Ucraina con le lotte partigiane? Alcuni elementi senza dubbio ricorrono ma sarebbe più corretto proporre una similitudine con la Francia invasa nel 1940 (o la Polonia del 1939) che con la Resistenza che ne è seguita negli anni successivi
Helga Di Giuseppe e Marco Di Branco nel libro "Pompei. La catastrofe” aprono una riflessione su come la logica manageriale di gestione degli scavi finisca col prevalere sullo studio, sulla ricerca e sulle competenze scientifiche. Un trend per i beni culturali italiani ormai da molti anni
Prima direttrice d’orchestra in Francia nel 1969, Claire Gibault si è sempre impegnata perché le musiciste non fossero discriminate. E per questo ha ideato un concorso solo per loro. «Ci sono troppi atteggiamenti negativi - dice - nei confronti delle donne»
Da un laboratorio di scrittura nel carcere di Frosinone è nato il libro "Letteratura d’evasione", a cura di Federica Graziani e Ivan Talarico. Una raccolta di scritti dei detenuti, tra realismo e immaginazione, che apre uno squarcio su cosa significa vivere tra le sbarre di una cella
Perdersi nella sterminata biblioteca del grande intellettuale e critico letterario, alla scoperta degli autori del Novecento che gli dedicarono le proprie opere. Fino al 30 giugno a Urbino, la mostra "Carlo Bo. Gli anni dal 1911 al 1951. La letteratura, le città, la vita"
Troppi segnali del progetto neocoloniale di Putin sono stati ignorati fin dalla seconda guerra in Cecenia. Perché?
Il principio marxiano della solidarietà internazionale della classe operaia, l’antimilitarismo di Rosa Luxemburg e il femminismo di inizio Novecento. Il socialismo, seppur tra divisioni interne e fallimenti, è stato estraneo alla logica delle armi. Ecco le tappe di questo percorso
Trasformare il vissuto personale in immagini artistiche universali. È la firma dell’alfiere della nouvelle vague sui suoi film, che la nuova edizione del libro di Paola Malanga invita a riscoprire in tutta la sua grandezza. A partire dall’esordio geniale con "I quattrocento colpi”
Il politologo e filosofo Alexander Dugin è considerato da molti analisti l’ideologo del presidente russo e l’ispiratore dell’aggressione all’Ucraina. La sua idea di «rivoluzione conservatrice» è molto apprezzata dell’estrema destra mondiale