L’architetto, a cui il MAXXI dedica un’ampia retrospettiva, considerava lo spazio urbano come orizzonte e destino dell’architettura. Le sue idee e la sua poetica costituirono una via d’uscita alla crisi della ricostruzione postbellica
Nel romanzo verità, La città dei vivi, lo scrittore si immerge in una vicenda sconvolgente: l’omicidio di Luca Varani avvenuto nel 2016. E lo fa con lo strumento della letteratura: un ritmo trascinante e potente e la lingua più fluida che abbia mai trovato per raccontare
Abbiamo chiesto ad alcuni liceali di città diverse di raccontarci come vorrebbero che fosse trasformata la scuola. Ecco le loro proposte e aspettative Ludovico Ottolina, Unione degli studenti - Milano È ormai da più di un anno...
Queste che vi proponiamo sono solo tre delle centoventinove novelle che troviamo nel libro Scrivere per resistere. Il Decameron ai tempi del Covid (L’Asino d’oro ed.) frutto di un lavoro di tessitura che la professoressa Alessia...
Il governo ha tagliato 1,5 miliardi destinati all’istruzione dal Piano di ripresa. Inoltre non c’è alcun riferimento ai presidi sanitari necessari per una didattica in sicurezza. E si prospetta una riforma che renderà le classi ancora di più il “vivaio di Confindustria”
Nei suoi libri lo scrittore affronta vicende umane su cui in genere viene steso un velo d’oblìo. E invece, osserva, queste storie servono «a ribaltare gli stereotipi, a cambiare punto di vista». Perché la letteratura ha anche la funzione di avvicinare le persone e creare empatia
Riportare la guerra di Liberazione nel suo contesto storico, evitando semplificazioni da social. E smontare così i luoghi comuni e le fake news propalati dalle destre (e non solo) per svuotare di senso la Resistenza. È lo scopo del nuovo saggio della storica Chiara Colombini
Presupporre che ci sia un valido consenso quando la vittima è stata indotta a bere alcolici o è stata drogata, va contro ogni logica, prima ancora che contro il diritto
L’occupazione del teatro Odeon a Parigi ha dato il via a un ampio movimento di protesta. E le rivendicazioni dei lavoratori del settore culturale si sono estese ad altre categorie che vivono in una condizione precaria. E a cui il l’Eliseo non è riuscito a dare risposte
Alla base di tutte le forme di violenza contro le donne c’è e c’è stata sempre, forse da millenni, la convinzione consapevole o no che esse siano mentalmente inferiori all’uomo e che valgano di meno come esseri umani. Ecco come e dove cercare aiuto