L'assassinio di una giovane afgana addetta alle cucine di una base militare italiana. L'intervento di un poliziotto capace, ma corrotto. Un Paese dilaniato dai conflitti. Da qui si dipana "Il caso Karmàl", il nuovo romanzo di Maurizio Maggi che sceglie la forma del giallo d'indagine per raccontare un popolo che da troppi anni vive senza pace e diritti
Mentre si discetta sulla nuova figura del "docente esperto", la lezione del grande linguista e accademico sul senso dell'insegnamento è attuale più che mai
A colloquio con il decano dei divulgatori scientifici italiani, il cacciatore di bufale per eccellenza, paranormali e non, Piero Angela. «Il pubblico va abituato. Deve sapere che ha il diritto di essere informato da fonti credibili e responsabili di ciò che dicono»
Nel suo nuovo libro "Valchirie rosse", la slavista statunitense Kristen R. Ghodsee presenta cinque ritratti di rivoluzionarie socialiste che hanno cambiato la storia politica, sociale e culturale delle donne in Europa e nel mondo
A colloquio con l'artista romano che è in tournée con lo spettacolo "Museo Pasolini” (oggi va in scena a Jerzu, in provincia di Nuoro)
«In questi anni intermittenti, sospesi, ho ripensato più volte al mito di Venere e Adone e spero che questo tempo, seppur tragico, possa regalarci bellezza e colori. 
Il teatro è una delle possibilità più concrete, anche se, per sua natura, intrattenibile» dice il regista, drammaturgo e attore che debutta con il nuovo spettacolo l'8 agosto a Segesta
Dall'invasione tedesca del Belgio nel 1914 all'aggressione russa contro l'Ucraina nel 2022 poco o nulla è cambiato in termini di propaganda militarista: alla base c'è sempre la negazione dell'identità delle donne prime vittime di tutte le guerre insieme ai bambini
Con l’occhio dello storico, Fabio Fabbri, nel suo nuovo saggio "L'alba del Novecento. Alle radici della nostra cultura" indaga il terremoto culturale che si produsse durante il ventennio dal 1895 al 1914, in ogni campo del sapere umano. Disvelandone luci e ombre
Da circa un decennio Chamseddine Marzoug, che di mestiere fa il pescatore, salva vite umane al largo della Tunisia e recupera cadaveri di naufraghi dandogli sepoltura a Zarzis. Il regista tunisino Falleh ne ripercorre la storia nel suo nuovo documentario in via di realizzazione grazie ad un crowdfunding. A fare da cornice un Paese in preda a una deriva autoritaria a pochi km dalle nostre coste
Le immagini delle operazioni militari dell’Italia umbertina in Africa hanno costruito una narrazione basata su stereotipi razzisti e atti “eroici” fatta propria in seguito dal fascismo. La rilettura che ne fa il nuovo libro di Carmen Belmonte è un contributo anche per comprendere il presente