Il viaggio disumano dei migranti lungo la rotta balcanica, l'odissea di Patrick Zaki, la denuncia del razzismo. Due anni di storia recente raccontati dall'artista che ha scelto l'anonimato. E che è protagonista del film di Antonio Valerio Spera dal 2 febbraio in sala
Giornata della memoria: viaggio ad Amsterdam sulle tracce delle vittime dell'Olocausto
Non si spegne la polemica sull'uscita del ministro della Cultura, Sangiuliano. L’uso delle categorie moderne di destra e di sinistra è anacronistico, oltre che scorretto. L’autrice ricorda allora la lezione di Antonio Gramsci che diffida dei “professori rimminchioniti che si fanno delle religioni di un qualche poeta o scrittore e ne celebrano degli strani riti filologici”
Mentre aspetta in un’ansia crescente l’arrivo di Mašen’ka, la donna che è stata il suo primo amore e che oggi è la moglie di un altro, Ganin rivive la stagione trascorsa con lei, da adolescente
Secondo la vulgata di governo esisterebbe un'identità italiana, mono-linguistica e cristiana che si ritroverebbe in Dante. Ma oltre al dubbio che la lingua di Dante sia “autenticamente” italiana è importante ricordare quanto ibrido e poliglotta sia in realtà il poema che ha scritto
L’isola della Giudecca, a Venezia, si distingue dagli altri quartieri della città lagunare. Qui, nella sede veneziana dell'Ong, fino al 27 gennaio è possibile visitare la mostra di fotografie "All’ombra del baobab", dedicata alle attività dell'organizzazione fondata da Gino Strada nel continente africano
Il ministro della Cultura Sangiuliano ha affermato che l'autore della Divina Commedia è stato il fondatore del pensiero di destra nel nostro Paese. Nulla di nuovo. Era già accaduto nel Ventennio
Memorie di chi la Jugoslavia l'ha vissuta, in pace e in guerra, di chi ha sperimentato le conseguenze del conflitto, di chi vuole cambiare il suo Paese e di chi, invece, vuole solo scappare da quei luoghi, asfissiato da un futuro senza prospettive. Sono la materia prima della nuova opera di Andrea Caira, "Un tetto e due scuole", di cui vi proponiamo un estratto dedicato a come viene conservata la memoria della resistenza nella città bosniaca di Goražde
Mentre nel mondo ci sono ancora 38 milioni di persone affette dal virus Hiv, ripercorriamo le opere di registi e videoartisti che negli anni 80 e 90, quando esplose l'epidemia, si mossero tra sperimentazione, ricerca e attivismo politico. Da Isaac Julien a Derek Jarman
Con il loro modo di suonare fantasioso, creando ponti fra autori lontani, le sorelle Gazzana, una violinista e l’altra pianista, hanno conquistato il pubblico internazionale. Abbiamo incontrato Natascia Gazzana