Una fucina di idee e progetti culturali con una grande attenzione a quello che accade nella società. È Giuditta Chiaraluce, la disegnatrice che nelle Marche ha dato vita a un festival e a una casa editrice. Con «l’idea che attraverso un libro si possa ancora produrre un’esplorazione poetica del mondo»
A differenza di quanto affermato dal ministro della Difesa italiano, dopo l'assassinio del ricercatore di Fiumicello le nostre relazioni "militari" col Cairo non si sono mai diradate
Nella settimana dello sciopero contro Amazon e dei lavoratori della gig economy, ecco la storia di un ciclofattorino speciale. È il personaggio del romanzo "Candido" di Guido Maria Brera con i Diavoli. Ne pubblichiamo un estratto
Sanaa Seif è un'attivista egiziana di 27 anni, la sua storia ci aiuta a capire cosa significhi vivere oggi in Egitto per chi è considerato non allineato al regime del presidente al-Sisi. Nove mesi fa,...

San Fatturato

Mentre Confindustria si accorda con Regione Lombardia per vaccinare i dipendenti nelle aziende, il suo presidente Bonomi torna a chiedere licenziamenti più facili
La sottosegretaria alla Cultura che non legge libri, quello all'Interno che rivendica i decreti Sicurezza e quello all'Istruzione che scambia Topolino per Dante. Ecco a voi la pattuglia delle nuove nomine leghiste
Provate a immaginare cosa scriverebbero certi giornali se dei terroristi, meglio ancora se islamici ché funzionano meglio, ogni 5 giorni ammazzassero qualcuno in Italia…
Giornata convulsa quella di ieri, eh? Però gira questa barzelletta che con il governo Draghi piomberà sull'Italia una grande pacificazione, è il desiderio soprattutto di chi con concezione confindustrialotta del mondo ritiene la politica una...

L’arabo fenice

Prostrato al regime saudita in Arabia, alla disperata ricerca di visibilità in Italia. Ci sono due Renzi diversi, entrambi inopportuni, che meritano di essere osservati per avere contezza dello stato attuale di crisi

Renzi d’Arabia

Nel mezzo della crisi di governo, il leader di Italia viva è volato a Riad per una conferenza del Fii institute controllato dalla famiglia reale. Pagato da un regime che viola i diritti umani