A conti fatti la tesi per cui il nucleare svincolerebbe le economie occidentali da certi fattori di rischio geopolitici non è così convincente
In Svezia alle elezioni il centrodestra è avanti di un seggio. I risultati finali arriveranno mercoledì. I Democratici svedesi, alleati con Fratelli d'Italia, rischiano di diventare il secondo partito in Parlamento
L'incontro tra popoli, il rispetto delle differenze, la solidarietà e l'armonia con la natura. Sono i punti di una proposta rivoluzionara che fonde il socialismo con la cultura andina. Ne parlerà a Roma il 21 settembre il vicepresidente boliviano David Choquehuanca
Siamo dominati da una disinformazione pilotata che ha celato all'opinione pubblica i programmi ultra miliardari di cosiddetta "modernizzazione" delle armi nucleari
Nell'ambito di Fabbrica Europa il 10 settembre va in scena lo spettacolo realizzato nel corso di un progetto di cooperazione internazionale. Rafael Gonzáles Muñozel: «Abbiamo pagato le conseguenze del bloqueo, ma gli artisti hanno reagito con una visione universale»
In Russia il giornalista Ivan Safronov è stato condannato a 22 anni di carcere sulla base di accuse inesistenti. Mentre Mosca revoca la licenza di pubblicazione al quotidiano fondato dal Nobel per la pace Dmitrij Muratov
Una sentenza choc in Arabia Saudita è stata emessa nei confronti di una donna accusata di aver scritto frasi non gradite al regime. E non è la prima. Quindi? Come va questo nuovo rinascimento?
In vista del referendum del 4 settembre abbiamo intervistato il deputato di Acción humanista. «La Carta che sarà votata è un testo rivoluzionario - dice - che sancisce lo Stato di diritto, plurinazionale, interculturale, regionale ed ecologico. E che abolirà quello di Pinochet»
Era agosto del 2021 e i talebani stavano riprendendo il controllo dell'Afghanistan. Nazir Rahguzar, pittore, musicista e docente all'Università di Herat, decide di provare ad abbandonare il Paese, assieme alla propria famiglia e alle sue studentesse. Ci riuscirà, non senza varie peripezie, grazie ad un aiuto dall'Università La Sapienza di Roma. Questo è il suo racconto di quei giorni della fuga
Il 24 agosto si aprono le urne per la quinta volta dalla fine della guerra civile nel 2002. L'eco del terribile conflitto ancora si fa sentire come un sinistro tamburo in sottofondo ma c'è possibilità di cambiamento. Il reportage di Left da Luanda