Più di mezzo milione di afgani rifugiati da decenni in Pakistan in seguito alle invasioni dell'Urss e degli Usa e poi a causa del ritorno dei talebani, sono stati espulsi dal Paese. Ora sono di nuovo profughi ma in casa propria, in Afghanistan, cercando di sopravvivere con gli aiuti umanitari internazionali, sempre insufficienti. Come Mohammed: "Non sappiamo dove andremo", dice
«Negli anni 80 il Partito comunista ha liberalizzato il settore della ricerca scientifica», racconta Simone Pieranni, autore di Tecnocina (Add editore). «Il risultato è che oggi i cinesi sono all'avanguardia e hanno una visione positiva della scienza, compresa l’AI». Oggi il sinologo di Chora media incontra il pubblico a Roma e il 2 giugno ad Ivrea
Dagli studenti era partita una reazione pacifica al disastro umanitario legato alla guerra in Medio Oriente. La repressione della polizia, chiamata dai vertici di campus universitari (che sono delle multinazionali) ha innescato una escalation, spiega la politologa della Columbia University: «E' stata una prova generale di tante altre forme di intervento che in Italia si chiamano della governabilità»
L'ebook di Sbilanciamoci! e Greenpeace, con molti dati e ricerche di esperti - prefazione di Carlo Rovelli - documenta la crescita delle spese militari in Europa, in Italia e nel mondo e denuncia la china pericolosa che stiamo percorrendo. Nella corsa alla produzione di armamenti partecipano, tra l'altro, anche i big delle piattaforme digitali
Confinati ai margini, gli Stati rurali hanno pagato la crisi più delle aree urbane, ma il loro voto è decisivo. Ecco un'analisi approfondita che rivela gli stereotipi della politica americana, una realtà sociale ed economica fuori dai radar e la necessità di un impegno maggiore dei Democratici per riconquistare le aree rurali
La vita in campagna, la memoria delle periferie industriali e la svolta: la scelta della letteratura. La scrittrice Lu Min si racconta. Abbiamo incontrato l'autrice di "Cena per sei" durante il suo recente tour in Italia
«C’è una implosione sociale interna in Israele. Ebrei laici e religiosi hanno ben poco in comune», dice lo storico israeliano che denuncia il governo di Tel Aviv per il disastro umanitario di Gaza. E sottolinea la possibilità che nasca un nuovo movimento di liberazione palestinese
Questo sarà il secolo delle migrazioni, soprattutto per gli effetti della crisi climatica. Nei prossimi decenni si sposterà oltre un miliardo e mezzo di persone. Un movimento umano senza precedenti. È una sfida globale che impegnerà la politica e che necessita di una nuova visione culturale
Le fonti storiche e archeologiche documentano sulle sponde del Mediterraneo la presenza di popolazioni dal Vicino Oriente. Quelle civiltà costituirono le radici dell’Europa molto prima di quella greca, ma furono poi messe ai margini. Riconoscere questo passato è fondamentale per il presente, spiega l’autrice di Le mille e una notte di Semerano
L’agenzia europea che gestisce le frontiere esiste da 20 anni ma continua ad operare in zone grigie del diritto. Una maggiore azione di controllo su eventuali violazioni dei diritti umani sarà possibile con l’adesione dell’Unione alla Convenzione europea dei diritti umani