Esteri

Diritti umani negati: in Svizzera chi difende la dignità dei migranti rischia il carcere

Il 10 dicembre, in Svizzera, si concluderà la Bainvegni Fugitivs Marsch (Marcia per i diritti umani e la dignità umana). La vicenda di Lisa Mirra, condannata a due anni di carcere per essere intervenuta contro i respingimenti indiscriminati e numericamente molto rilevanti dalla Svizzera alla frontiera con l’Italia, nei pressi di Como.