«La situazione è davvero terribile, dovunque ci sono uomini armati con lunghe barbe e lunghi capelli sporchi, uomini che non hanno un briciolo di umanità. Siamo tutti preoccupati per la sicurezza e per il futuro:...
Dicono che siano diversi da quelli di una volta. Ecco come i "democraticissimi" talebani hanno subito dato un'idea della loro democratica maturazione: morti e feriti tra i civili a Jalalabad, donne e bambini picchiati. E, infine, la dichiarazione: «Non discuteremo quale tipo di sistema politico dovremmo applicare. È la legge della Sharia»
Oltre 20 anni di scelte sbagliate sempre all'insegna dell'imperialismo da esportare che viene rivenduto come esportazione di democrazia
Quando si dice che un certo nazismo (e fascismo) di ritorno è molto più di un'impressione forse si potrebbe guardare in Polonia
Le compagnie ittiche straniere hanno sfrattato dalle coste dell’Africa subsahariana occidentale i pescatori locali. Ora le loro piccole barche da pesca servono a portare migliaia di disperati dalle coste dell’Africa fino alle isole spagnole delle Canarie in una traversata che è un azzardo con la morte
Ad un anno dalla tragedia, ancora nessuna chiarezza è stata fatta sulle dinamiche dell’esplosione, ed anzi secondo la denuncia di Amnesty International le autorità libanesi continuano ad ostacolare la ricerca della giustizia.
Esce in Italia la prima edizione straniera del nuovo codice civile cinese. «Un affascinate ibrido in cui la millenaria cultura orientale incontra il diritto romano» dice il giurista che ha lavorato alla stesura insieme a colleghi delle università di Roma e di Wuhan
Nell’oceano Pacifico intorno alla ex Repubblica di Cina si gioca una partita delicatissima per la pace mondiale alla quale partecipano Giappone, Usa, Australia e India. Tutti uniti contro le mire espansionistiche di Xi Jinping e allo stesso tempo tutti in affari con lui
Tutt’altro che cristallizzata, la società cubana è molto cambiata negli ultimi 25 anni. «Sono cambiati i cubani e le loro esigenze», dice la scrittrice e cooperante Carla Vitantonio che vive nell’isola e ci offre una lettura sfaccettata e complessa di quel che sta accadendo
Gli Stati Uniti considerano dittatura tutto ciò che è diverso dalla loro ideologia neoliberale e fanno leva sul bloqueo per gettare fango e discredito sul modello economico e sociale di Cuba. Washington ha violato più volte il diritto internazionale pur di affamare impunemente il popolo cubano al fine di creare una situazione di ingovernabilità