I femminicidi non diminuiscono, anzi. Si ripetono i casi di uomini che non sopportano il rifiuto di una donna, la sua autonomia e la sua ricerca di libertà e di identità

La sai l’ultima?

Pippo Franco, candidato per il centrodestra alle comunali di Roma con Michetti, nella trasmissione L'Aria che tira ha detto che i vaccini sono «una cosa notoriamente sperimentale». La frase funziona parecchio in certi ambienti eppure è falsa. Come spiega l'Agenzia italiana per il farmaco, per esempio
«Vogliamo metterci al servizio della nostra comunità per costruire una città più giusta e più equa di quella conosciuta prima della pandemia di Covid-19».
La Cassazione ha depositato la sentenza che dà ragione al prof Coppoli che nel 2015 fu sospeso per aver rimosso un crocifisso dal muro

Que viva Michetti

Fugge da un dibattito alla Cisl, dà buca alla Meloni, scivola sui vaccini, dopo aver imbarcato candidati impresentabili. L'uomo di Meloni e Salvini alle amministrative di Roma potrebbe riuscire nella grande impresa di perdere nella città in cui il centrodestra poteva aspirare a vincere
In 48 ore sono state raggiunte 220mila firme per la depenalizzazione della cannabis. Legalizzare, controllare, tassare è l'unica strada sensata contro il mercato illecito gestito dalle mafie che spinge a passare ad altre sostanze più nocive
Presidenti di regione, sindaci e i militanti più ortodossi stanno preparando un'offensiva contro il loro leader Matteo Salvini per via della sua tattica di stare contemporaneamente al governo e all'opposizione
La ricerca di Matteo Dominioni sulle tante pagine nascoste del colonialismo italiano in Africa oggi risulta ancora scomoda. «Purtroppo l’italiano medio sa del passato ma lo giustifica per cinismo», dice l’autore de “I prigionieri di Menelik”
«Le rovine romane furono il lievito da cui prese forma il Rinascimento». Dall’incuria e dalla cancellazione della memoria non può nascere nulla, avverte l’archeologo e storico dell’arte che il 12 settembre su questo tema interviene a Con-vivere Festival
Dalle maori neozelandesi alle giovani ambientaliste filippine, dalle comunità del Burundi alle nepalesi e alle Sami della Norvegia: 500 rappresentanti di diverse comunità indigene hanno stilato la nuova agenda per rafforzare il movimento globale per la parità di genere