«Abbiamo subito abusi e pressioni psicologiche fin da piccole, quando eravamo focolarine» denunciano a Left tre donne fuggite dal Movimento fondato da Chiara Lubich. Ne parliamo con l’avvocata Stefania Iasonna
In pochi, probabilmente, ricordano la vicenda di Aldo Braibanti. Scrittore, filosofo, artista poliedrico e studioso della vita delle formiche, Braibanti fu arrestato il 5 dicembre del 1967 con l’accusa di aver plagiato due giovani allievi, Giovanni Sanfratello e Piercarlo Toscano, convincendoli ad abbandonare le loro famiglie e ad andare a vivere con lui, sottomettendosi completamente…
Scrivevo già per Avvenimenti ma sono diventato giornalista nel momento in cui è nato Left e da allora non l'ho mai mollato. Ho avuto anche la fortuna di pubblicare articoli e inchieste su altri periodici tra cui "MicroMega", "Critica liberale", "Sette", il settimanale uruguaiano "Brecha" e "Latinoamerica", la rivista di Gianni Minà. Nel web sono stato condirettore di Cronache Laiche e firmo un blog su MicroMega. Ad oggi ho pubblicato tre libri con L'Asino d'oro edizioni: Chiesa e pedofilia. Non lasciate che i pargoli vadano a loro (2010), Chiesa e pedofilia, il caso italiano (2014) e Figli rubati. L'Italia, la Chiesa e i desaparecidos (2015); e uno con Chiarelettere, insieme a Emanuela Provera: Giustizia divina (2018).