Ombre cinesi

Il primo luglio del 1997 fu siglato il passaggio di Hong Kong dopo 159 anni, dalla Gran Bretagna alla Cina. Ombre nere si addensano sulle celebrazioni del ventennale. Episodi come il sequestro e la sparizione di due editori che avevano pubblicato un libro sugli affari sporchi di Xi Jinping è solo uno dei tanti segnali. Dopo la cosiddetta Rivoluzione degli ombrelli che chiedeva a Pechino maggiore autonomia ed elezioni libere, molte cose sono cambiate ad Hong Kong dove gli attivisti lanciano un allarme per la libertà e i diritti umani. Per capire cosa sta accadendo abbiamo chiesto a giornalisti, docenti universitari editori e scrittori che vivono ad Hong Kong di aiutarci a tratteggiare il quadro della situazione in questa dinamica metropoli che è da sempre aperta all’Occidente, con librerie ricche di libri da ogni parte del mondo e una vivace scena culturale, caratterizzata anche da una vasta produzione di cinema d’autore. Che cosa ne sarà di tutto questo? La madre patria cinese imporrà una cappa di normalizzazione? «La vitalità di Hong Kong non si farà rinchiudere in una bottiglia. Nascerà un nuovo underground», commenta Andrea Berrini fondatore di Metropoli d’Asia. (s.m.)

copertina
La Cina è sempre più vicina

di Ernesto Corvetti e Andrea Pira

Hong Kong e Shanghai affascinanti rivali

di Federico Masini

Chan Ho Kei: La scena culturale di Hong Kong sfida la censura

di Simona Maggiorelli

Berrini: Nascerà un nuovo underground

di s.m.


L’analisi
Tante parole ma niente lavoro

di Marta Fana

Politica
Falcone: Costruire una sinistra che ancora non c’è

di Donatella Coccoli

Acerbo: Più azioni di sinistra anche scomode alla Chiesa

di doc.coc.

Salute
La pillola della libertà compie sessant’anni

di Pietro Greco

Il caso
Governo, ministro e Regioni, tutti contro la legge 194

di Federico Tulli

La ginecologa
Barattano la salute con promesse elettorali

di Anna Pompili

Il personaggio
Lavoro ai rifugiati, non elemosine

di Michela AG Iaccarino

Questione turca
Il gendarme di Ankara con la passione per le purghe

di Umberto De Giovannangeli

Medio oriente
Il nodo palestinese

di Chiara Cruciati

Qatar
Al Jazeera, ventuno anni vissuti pericolosamente

di Donatella Della Ratta

L’incontro
Dalla marcia contro Trump è nato un movimento internazionale

di Elena Basso

Teatro
Pirandello cantore della vita invisibile

di Annalina Ferrante

Lettera di una professoressa
Quegli adolescenti abbandonati da tutti

di Mariantonietta Rufini

La risposta dello psichiatra e psicoterapeuta
Intervenire in tempo è un dovere e si può

di Mariopaolo Dario

Musica
Amir: Il rap rende tutti noi cittadini del mondo

di Alessandra Grimaldi


le rubriche

Left Quote

di Massimo Fagioli

Editoriale

di Matteo Fago

Libri

di Filippo La Porta

Teatro

di Massimo Marino e Francesca De Sanctis

Arte

di Simona Maggiorelli

Tempo liberato

Community

PRECEDENTE | SUCCESSIVO