UP

Ultimo tango per Marino

Sabrina Ferilli prende le difese di Ignazio Marino. In un’intervista l’attrice dichiara: «Se Marino ci ripensasse, se facesse delle dimissioni una pallottola di carta e la puntasse contro chi adesso esulta, se le rifiutasse nel modo che sa, con la bizzarria di cui è capace, mi farebbe felice». Non solo: si dice anche disposta a rivotare l’ormai ex sindaco. «Anzi di più: diverrei una sua fan, ballerei il tango per una notte intera. Lo rivoterei perché Marino è quello che è, ma quegli altri sono iene a cui non frega nulla di Roma. Avevano bisogno di una preda, hanno ordito un agguato».

 

DOWN

Opinioni geneticamente difettose

«I Down vanno bene in cucina, a fare giardinaggio, ma cambiare i bambini di pochi mesi proprio no: questa è platealità e cialtroneria». Massimo Masotti, vicepresidente dell’Ordine dei medici di Ferrara aveva commentato così il caso della bambina ritirata dalla madre dall’asilo nido perché seguita da una ragazza Down. «I miei nipoti me li sarei riportati a casa», aveva continuato insolente l’ex consigliere di Forza Italia. Poi le dimissioni dall’ordine e la cancellazione dall’albo – cosa che quantomeno ci tranquillizza: di medici così, si può fare a meno. Delle scuse invece, nemmeno una traccia.

Commenti

commenti