Scuola, trivelle, inceneritori e acqua pubblica. Ci siamo. Domani, 9 aprile, inizia ufficialmente la campagna di raccolta firme per i referendum sociali. Centinaia di banchetti in tutta Italia. Il coordinamento promotore include Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua, il movimento per la scuola pubblica, la campagna “Stop devastazioni”, per i diritti sociali ed ambientali e il Comitato Sì Blocca Inceneritori.
Left seguirà l’andamento della campagna segnalando i luoghi e gli eventi della raccolta firme. Intanto, domani a Roma, alle 11, conferenza stampa presso il banchetto di Via del Corso, altezza Largo Goldoni alle ore 11.
Le firme servono per:

QUESITI SCUOLA
Quattro quesiti abrogativi di altrettanti punti della legge 107 Buona scuola.
1 – Abrogazione di norme sul potere discrezionale del dirigente scolastico di scegliere e di confermare i docenti nella sede
2 – Abrogazione di norme sul potere del dirigente di scegliere i docenti da premiare economicamente e sul comitato di valutazione
3 – Abrogazione di norme sull’obbligo di almeno 400-200 ore di alternanza scuola-lavoro
4 – Abrogazione di norme sui finanziamenti privati a singole scuole pubbliche o private

QUESITO INCENERITORI
Il quesito vuole bloccare il piano per nuovi e vecchi inceneritori.

QUESITO TRIVELLE ZERO
Bloccare nuove attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi.

PETIZIONE ACQUA PUBBLICA
Petizione popolare per legiferare in materia di diritto all’acqua e di gestione pubblica e partecipativa del servizio idrico integrato.

Commenti

commenti