La Giornata mondiale del rifugiato a Roma diventa un invito al neo-sindaco virginia Raggi, appena eletta e già messa di fronte alle necessità dei migranti, nella Capitale e non solo. Nel Giardino del Monk a Roma, questa sera Accogliamoci, una serie di sigle che ha proposto alcune delibere di iniziativa popolare, organizza una serata di arte e musica per «difendere e promuovere il diritto d’asilo e ricordare che si tratta di uno dei principi fondanti della nostra identità europea».

«All’indomani delle elezioni – spoegano gli organizzatori in una nota – chiediamo al nuovo sindaco che venga messa in cima all’agenda politica della capitale la riorganizzazione del sistema di accoglienza della città. Vogliamo che venga subito discussa la delibera di iniziativa popolare “Accogliamoci”: un’accoglienza diffusa sul territorio e finalizzata all’inclusione e all’autonomia e il monitoraggio costante del sistema sono l’unica strategia possibile per promuovere l’integrazione di richiedenti asilo e rifugiati e valorizzare il loro apporto».

Nella città di Mafia Capitale e dei luoghi dell’accoglienza sgomberati – vedi Centro Baobab – si mobilitano artisto come Ashai Lombardo Arop, Enzo Berardi, Monica Guerritore, Giuseppe Cederna, Nicola Linfante, Piccola orchestra di Tor Pignattara, Ardecore, Steadyrockerz. E spiegano: «Di fronte ai muri, ai fili spinati, ai respingimenti, alle migliaia di persone morte in mare e a quelle incastrate ai confini dell’Europa, di fronte alle strategie irresponsabili e inadeguate di un’Europa sempre più chiusa, l’unica risposta possibile ed efficace è garantire a richiedenti asilo e rifugiati protezione e accoglienza favorendone l’inclusione nei nostri territori. A partire da Roma, vittima di un malaffare che ha lucrato sulla pelle e sul futuro di migliaia di persone».

L’evento romano, cui hanno aderito numerose associazioni, è organizzato da Accogliamoci, soggetto che riunisce Radicali Italiani, A buon diritto, Arci, Consiglio Italiano per i Rifugiati, LasciateCIEntrare, Medici per i diritti umani, Città dell’altra economia, Monk.

Sempre questa sera a Firenze il concerto organizzato dall’Unhcr Italia, che ha lanciato una petizione e una campagna #WithRefugees accompagnata dallo spot qui sotto. Il programma del concerto a ingresso gratuito è qui

WR_FACEBOOK_LINEUP_01-2

 

Commenti

commenti