Attentanto a Londra. Una donna è stata accoltellata e altre cinque persone sono state ferite. L’aggressione è avvenuta in una zona centralissima, a Russell Square, vicino dal British Museum, intorno alle 22.30 del 3 agosto. Ne è responsabile un ragazzo di 19 anni è stato arrestato. Ha problemi di malattia mentale, ha dichiarato Scotland Yard che intanto indaga anche su eventuali piste terroristiche.

«Le indagini non escludono alcuna ipotesi», dice la polizia, che è stata chiamata da un testimone che aveva visto il giovane minacciare i passanti in zona Russell Square, con un coltello, insultando e imprecando. La donna colpita è stata immediatamente soccorsa, ma è morta poco dopo. È stato lanciato un appello a chiunque abbia assistito all’aggressione, con l’invito a contattare i numeri di emergenza, anche in forma anonima, per fornire qualunque informazione utile. L’attacco è avvenuto nella stessa area dove scoppiò una delle bombe esplose in contemporanea nella capitale britannica il 7 luglio del 2005 e che provocarono 56 morti e oltre 70 feriti e a poche ore di distanza dalla decisione di rafforzare la vigilanza armata in tutta la capitale inglese.
Il ragazzo ora si trova in ospedale, sotto custodia della polizia. Il caso è affidato alla polizia metropolitana londinese, con il supporto dell’unità antiterrorismo. È stato intanto disposto un ulteriore rafforzamento della presenza di vigilanza armata nelle strade di Londra.

Nell’arco di un anno, dall’aprile 2015 e all’ aprile 2016 sono stati registrati  9mila attacchi con coltelli, machete o pugnali a Londra . Un problema  legato anche  alle gang che imperversano nei quartieri più poveri della città, e che il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha indicato come una questione prioritaria da risolvere, già all’indomani della sua elezione. Queste gang infestano aree come la zona di Tottenham che si trova in periferia ( non quella omonima, centrale)  eBrixton e poi in particolare le zone più degradate nella parte est della metropoli. Sempre secondo i dati di Scotland Yard dei 9mila accoltellamenti, ben 1.620 hanno riguardato giovani vittime sotto l’età di 25 anni, mentre 866 erano addirittura adolescenti. Dodici i morti in totale nello stesso periodo di tempo, uno al mese in media. In tutta l’Inghilterra i reati legati al possesso e all’utilizzo di un coltello sono aumentati in un anno del 9 per cento e diverse campagne sociali, promosse dal governo ma anche dalle amministrazioni locali, denunciano il problema, cercando di fare prevensione e informazione.

Ultim’ora: Scotland Yard esclude la pista terroristica. Il ragazzo, cittadino norvegese di origini somale, che ha  ucciso una signora americana  nel centro di Londra ha problemi psichiatrici e ha agito da solo

Commenti

commenti