Immaginarsi Jean-Luc Mélenchon Presidente della Repubblica francese nel 2017? Difficile, se non impossibile: ammettiamolo. Ma intanto, il candidato della sinistra radicale, sta vendendo cara la propria pelle, almeno su Youtube: Mélenchon è infatti, di gran lunga, il politico francese più seguito sul popolare social media di video-posting di Google.

Con ben 140mila abbonati raggiunti nel mese di dicembre, Mélenchon si afferma come il candidato che riesce a utilizzare, meglio degli altri, uno dei canali di comunicazione più importanti del mondo digitale contemporaneo. E considerando che a ottobre del 2016 gli abbonati erano soltanto 40mila, la progressione di Jean-Luc ha veramente dell’incredibile.

Come sottolineano Damien Leloup e Raphaelle Besse Desmoulières su Le Monde, il numero dei così detti “subscribers” (“abbonati”) è triplicato in tre mesi, portando il politico francese vicino ai numeri di altre star di Youtube in Francia che però non si occupano esclusivamente di politica.

Ma qual è il segreto di Mélenchon? Secondo uno dei profili di Youtube più seguiti in Francia, MisterJDay, il candidato della sinistra francese ha compreso alla perfezione «il linguaggio» della piattaforma: «Mélenchon fa spesso riferimento ai commenti ai propri video» e interagisce con il suo pubblico.

Secondo il direttore della campagna di Mélenchon, Manuel Bompard, «[Youtube] rappresenta un media dove si possono esporre le proprie posizioni senza subire le deformazioni dovute alle pratiche giornalistiche che, spesso, non sono all’altezza della situazione… Per noi, [Youtube] non è mai stato un gadget per essere alla moda, ma uno strumento che offre delle opportunità per fare politica».

Leggi anche:

Regno UnitoThe Guardian36 minori rifugiati non accompagnati hanno fatto causa al Ministro dell’Interno britannico, Amber Rudd, per non aver gestito a dovere le loro domande di asilo

UngheriaDie WeltLicenziati dopo aver pubblicato un’intervista fittizia-satirica con il Primo ministro ungherese, Viktor Orbán. E’ successo a Budapest, presso la redazione del giornale Fejer Megyei Hirlap

Commenti

commenti