Qualche tempo fa la rivista Time aveva chiesto a Sanna Dullaway di ricolorare alcune delle foto più rappresentative che ritraggono i rifugiati durante la seconda guerra mondiale. Vi riproponiamo alcune di quelle immagini perché troviamo siano molto attuali visto che ci ricordano quelle di cronaca che abbiamo visto in questi giorni con i migranti bloccati al confine, in Grecia e nei Balcani, costretti a soffrire le rigide temperature invernali e, più in generale, quelle che abbiamo visto sui giornali durante tutto il 2016.

Gennaio 2017. Migranti affrontano il freddo a Belgrado senza essere equipaggiati in modo opportuno. Le organizzazioni umanitarie hanno già lanciato l’allarme © Save the Children

 

Settembre 1945. Un campo profughi a Berlino.

 

Marzo 2016. La fuga dei migranti dal campo profughi di Idomeni attraverso un fiume gelato.

Maggio 1945. Migranti in fuga dalla Seconda Guerra Mondiale cercano di attraversare il fiume Elbe a Tangermunde.

Marzo 1945. Campo profughi in Germania.

Dicembre 1945. Profughi polacchi si riposano lungo i binari del treno dopo aver camminato da Lodz in Polonia fino a Berlino.

Maggio 2016. Rifugiati cercano di attraversare il confine con la Grecia trasportando come possono le cose che gli sono rimaste.

1945. Una donna tedesca rimasta senza casa a Colonia seduta con tutte le cose che le rimangono guarda le rovine di quella che prima era la sua città, pronta a partire.

Migranti bloccati in Grecia ricevono i primi soccorsi e aspettano di poter raggiungere un’altra destinazione.

1945. Migranti aspettano di essere trasportati altrove in una strada di La Gleize in Belgio.


2016. In fuga da Aleppo.

1940. Migranti in fuga da Parigi che sta per essere invasa dai nazisti.

Commenti

commenti