Condividi

Ceceni, non divorziate, state insieme per i figli, altrimenti diventeranno terroristi. Le autorità lo stanno chiedendo sul serio e in maniera grottesca nella Repubblica caucasica della Federazione russa: se avete divorziato, tornate insieme, perché questo, cittadini, ci aiuterà a battere il terrorismo.

La tv della regione continua a mandare in onda reportage sulle vite delle coppie separate che si riuniscono nella stessa casa dopo tanto tempo e vivono sotto gli occhi di una commissione governativa religiosa. Spesso anche sotto gli obiettivi delle telecamere di quello che sembra un reality surreale della Grozny tv. La commissione si chiama “Consiglio dell’armonia matrimoniale e relazioni familiari” e negli ultimi due mesi ha fatto “riunire” 948 famiglie, dopo anni di separazione.

Le coppie vengono riunite per un programma voluto dal leader regionale, Ramzan Kadyrov, il controverso -nonché accusato di crimini – presidente che ha soggiogato una regione con i suoi miliziani giurando fedeltà al Cremlino e dal Cremlino, per questa ragione, viene tollerato. Figlio di un imam sufi che ha cambiato barricata durante la guerra, passando dalla controparte russa, Ramzan ha la libertà di fare quello che vuole nel territorio. Per esempio, imporre il velo alle donne all’università. O inventare questo tipo di programmi di ricongiungimento matrimoniale islamico.

Un islamismo violento risorge proprio nella regione dove due guerre sono state combattute dopo il crollo dell’Urss e quindi Kadyrov lo ha motivato cosi: «Non conoscete la religione. I figli di genitori separati hanno più probabilità di diventare islamisti militanti, terroristi, specialmente se a crescerli sono le madri. Se i genitori vivono insieme e hanno 3, 4, 5 figli perché mai poi devono separarsi? Se andava tutto bene prima dei figli, perché non deve andare bene dopo? Dobbiamo lavorare tutti per questo scopo: clero, polizia, capi villaggio, capi quartiere. Dobbiamo risolvere il problema, riportare le donne che se ne sono andate dai mariti».

Kadyrov continua alla tv: «Di un centinaio di queste famiglie separate, solo cinque o sei sono normali». Il Consiglio per l’armonia familiare in Cecenia fa questo. Mentre l’uomo e la donna sono seduti a tavola, i leader religiosi li osservano, chiedendo le ragioni della loro separazione. Poi le autorità dichiarano che no, non c’è davvero motivo per cui i due non debbano riunirsi. Questo programma è una farsa dai toni tragici: chi non torna a casa dal coniuge, ne paga le conseguenze severe, perché va “contro il volere del leader». Conseguenze molto peggiori del tornare a vivere con un o una ex da cui ti eri separato.

Tutto va in onda su Grozny tv, che riferisce che il numero di riunioni continua ad aumentare ogni giorno: «Adesso guardano i loro programmi preferiti insieme alla tv, mangiano allo stesso tavolo». Gli uomini, che spesso trovano altre mogli, tornano sui loro passi, come dicono in tv, «per obbedire al capo della repubblica».

Commenti

commenti

Condividi