Condividi

Chi ha assistito alla scena racconta che come primo gesto abbia deciso di scusarsi per essersi «fatto prendere la mano per qualche voto in più piuttosto che occuparsi della ‘famiglia umana’ così come è scritta nella Dichiarazione universale dei diritti umani». Come scrive il Gazzettino di Bengodi il segretario della Lega si è presentato alla Stazione centrale di Milano di prima mattina per accogliere i due rifugiati somali che soggiorneranno da lui nelle prossime settimane. Da alcune fonti di stampa si viene a sapere anche che avrebbe promesso di impegnarsi a non farsi scappare più la parola “clandestini” e ai cronisti presenti avrebbe detto che non chiederà della fede religiosa ai suoi nuovi ospiti preferendo concentrarsi sulle motivazioni di chi oggi si ritrova a non spostarsi più per arricchirsi ma semplicemente per sopravvivere.

Dopo un lungo e commosso abbraccio il politico avrebbe anche promesso di iniziare quanto prima un progetto per un sito internet che attraverso i suoi canali social quotidianamente elenchi le notizie erroneamente accreditate per vere in questi ultimi anni per «ristabilire un po’ di verità, almeno, non di giustizia» e ha raccontato di essere rimasto molto colpito nel sapere che tra i sopravvissuti del Mediterraneo ci siano migliaia di bambini che sbarcano senza genitori e che, troppo spesso, finiscono tra le braccia di una criminalità italianissima e dalla pelle bianchissima. Per questo avrebbe deciso di dare in beneficenza il suo lauto stipendio da europarlamentare per una campagna di sensibilizzazione a favore dei minori non accompagnati.

«Chi odia qualcosa o qualcuno, che sia anche solo per etnia, fede religiosa o appartenenza politica, finisce inevitabilmente per odiare tutti, prima o poi», avrebbe raccontato a un cronista del Gazzettino di Rogoredo, che ha riportato l’indiscrezione sul proprio profilo Facebook.

Poi, beh, la notizia si è rivelata falsa. È proprio falsa.

Ma alla fine comunque anche se in questo caso può essere capitato di affidarci alle fonti sbagliate alla fine lo sappiamo tutti che comunque le cose stanno così. No?

Buon giovedì.

 

Commenti

commenti

Condividi