Fino agli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso l’attenzione nei confronti dell’hegelismo non sembrava certo in discussione, segnatamente in certi ambienti della sinistra marxista italiana. Questa attenzione viene gradualmente diminuendo nei decenni successivi, e in particolare è il nesso fra gli studi sull’hegelismo e i grandi accadimenti storici, è l’Hegel politico e interprete della storia, l’Hegel predecessore rovesciato di Marx, che non è più al centro del dibattito culturale. Ma non solo. L’affermarsi di prospettive antitetiche al razionalismo totalizzante di matrice hegeliana, sembrerebbe aver dato il colpo di grazia al padre dell’idealismo tedesco… Hegel filosofo superato, allora… Fulvio Iannaco, nell’introduzione al suo lavoro, però avvertiva: «Ma non è vero, a nostro avviso, che sia mai stato superato dai filosofi. È vero piuttosto che esso ha finito col prevalere perché anche il superamento dell’hegelismo è stato, a ben vedere, un “superamento” hegeliano… Ha prevalso perché qualsiasi possibile critica razionale al sistema della ragione dialettica non può, logicamente, che farne parte».

E qui noi troviamo una prima risposta alla domanda del perché di questa pubblicazione. La frammentazione dei saperi, la pretesa autonomia delle cosiddette scienze sociali, o il “successo” del pensiero debole con la sua decostruzione di nozioni centrali della tradizione filosofica quali quelle di “verità” e “ragione”, in altre parole tutte quelle impostazioni di pensiero degli ultimi decenni che possiamo definire “anti-hegeliane” o “post-hegeliane” possono ancora esser lette, con Hegel, come momenti o fasi del “negativo” nella storia delle idee, destinate anch’esse a tramontare in vista di una inedita visione sintetica e globale del sapere e dell’affermarsi della…


* In alto, il disegno di Massimo Fagioli che compare sulla copertina del libro di Fulvio Iannaco, “Hegel in viaggio da Atene a Berlino” (L’asino d’oro edizioni)

 


L’articolo prosegue su Left del 26 marzo – 1 aprile 2021

Leggilo subito online o con la nostra App
SCARICA LA COPIA DIGITALE

SOMMARIO

Commenti

commenti