È finalmente iniziato alla Camera l’iter di esame di una proposta di legge per neutralizzare chi ancora oggi pratica la discriminazione come gesto politico

na legge antifascista è oggi più che mai necessaria, perché è fondamentale fornire e migliorare gli strumenti giuridici contro chi ancora oggi pratica la discriminazione come gesto politico. Il primo obiettivo, senza troppi giri di parole, è quello di consentire lo scioglimento e la confisca dei beni di organizzazioni condannate per «fattispecie di reato aggravate dal movente del fascismo o della discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi nei confronti di uno o più esponenti di un gruppo, un’organizzazione, un movimento, un’associazione o un partito politico», come si legge nel testo della norma che ho presentato in Parlamento ormai due anni e mezzo fa, e che lo scorso 26 aprile ha iniziato l’iter di esame in commissione Giustizia alla Camera. E sarebbe bello poter festeggiare il prossimo 25 aprile con una legge netta sul tema.

Sono decine i casi di cronaca in cui organizzazioni neofasciste, e che in realtà di una legge antifascista è oggi più che mai necessaria, perché è fondamentale fornire e migliorare gli strumenti giuridici contro chi ancora oggi pratica la discriminazione come gesto politico. Il primo obiettivo, senza troppi giri di parole, è quello di consentire lo scioglimento e la confisca dei beni di organizzazioni condannate per «fattispecie di reato aggravate dal movente del fascismo o della discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi nei confronti di uno o più esponenti di un gruppo, un’organizzazione, un movimento, un’associazione o un partito politico», come si legge nel testo della norma che ho presentato in Parlamento ormai due anni e mezzo fa, e che lo scorso 26 aprile ha iniziato l’iter di esame in commissione Giustizia alla Camera. E sarebbe bello poter festeggiare il 25 aprile dell’anno prossimo con una legge netta sul tema. Sono decine i casi di cronaca in cui…

* L’autore: Luca Pastorino è deputato di Leu e co-fondatore di èViva


L’intervista prosegue su Left del 7-13 maggio 2021

Leggilo subito online o con la nostra App
SCARICA LA COPIA DIGITALE

SOMMARIO