Trasformare il vissuto personale in immagini artistiche universali. È la firma dell’alfiere della nouvelle vague sui suoi film, che la nuova edizione del libro di Paola Malanga invita a riscoprire in tutta la sua grandezza. A partire dall’esordio geniale con “I quattrocento colpi”

«Fa bene rivedere i suoi film, fa bene ripassare la sua vita. Perché sia i film che la vita di François Truffaut ci ricordano che è sempre possibile sottrarsi a destini decisi da altri … per scrivere la propria storia».
Sin dalla premessa Paola Malanga, autrice del libro Il cinema di Truffaut – edito da Baldini e Castoldi – introduce il lettore ad un viaggio immersivo all’interno della vita e dell’opera cinematografica del regista francese, per restituirne un ritratto appassionato. A oltre venticinque anni di distanza dalla prima pubblicazione del 1996, questa seconda edizione acquisisce particolare rilievo perché ci sembra rivendicare, in maniera ancora più dichiarata, un’idea di cinema che ritorni ad essere veicolo di idee.

La prefazione al libro, che Paolo Mereghetti titola “Que reste-t-il de nos amours?”, rilancia una riflessione in tal senso, rimarcando la necessità – soprattutto negli anni dello streaming e della serialità – del ritorno ad un’immagine in costante e fecondo rapporto con un certo tipo di linguaggio, di movimento e di pensiero. Affinché l’autenticità dei personaggi, la palpitante spregiudicatezza del cinema di Truffaut, unitamente all’eleganza e alla ricercatezza delle inquadrature e dei movimenti di macchina, non vengano stigmatizzate come cose d’altri tempi.

La forza delle immagini di Truffaut, la loro potenzialità espressiva, risiede probabilmente nella capacità di veicolare una riflessione specificamente cinematografica coniugando arte e vita, autobiografia e universalità. Ed è per questo, come sottolinea Paola Malanga (neo direttrice della Festa del cinema di Roma) che i film di Truffaut «restano, inattaccabili dal tempo che passa».

Grazie ad una…

L’articolo prosegue su Left dell’8-14 aprile 2022 

Leggilo subito online o con la nostra App
SCARICA LA COPIA DIGITALE

SOMMARIO