Lavoro, salute, istruzione, linguaggio, cultura. Sono i fronti di lotta in cui ogni giorno sono impegnate le donne in Italia perché vengano riconosciuti appieno i loro diritti, i loro bisogni e le loro esigenze. Ne parliamo con le attiviste del collettivo Marielle e con la consigliera di Reggio Emilia Marwa Mahmoud

Violenza di genere, stereotipi a cui sottrarsi, leggi sull’aborto in pericolo: quali sono le sfide che si prospettano per le giovani donne nell’Italia di oggi? Ne abbiamo parlato con il collettivo Marielle dell’Università Roma Tre e con la consigliera Marwa Mahmoud eletta a Reggio Emilia con il Partito democratico, per cercare di spiegare cosa significa essere una giovane donna nell’Italia di oggi. Il nome del collettivo “Marielle” è stato scelto in memoria dell’attivista brasiliana nera, queer e favelada Marielle Franco, uccisa in un agguato nel 2018.

Questo articolo è riservato agli abbonati

Per continuare la lettura dell'articolo abbonati alla rivista
Se sei già abbonato effettua il login