Gli altri 546 milioni di studenti

Nel mondo il 29% delle scuole non ha accesso all'acqua potabile, mentre il 28% non dispone di servizi igienici di base, come indica l'ultimo monitoraggio di Unicef e Oms

La lotta antirazzista riparte dallo ius scholae

“Con tutti i problemi degli italiani che non arrivano a fine mese, dobbiamo pensare agli immigrati?”. Questa è la frase che...

Ci è voluto un terremoto per ricordarsi dell’Afghanistan

Era il 30 agosto quando gli esponenti del governo italiano (e di tutti i governi europei) insieme alla grancassa dei media...

IN EDICOLA

I crimini della Chiesa dimenticati: lo sterminio dei Catari

Il film "Bogre” racconta, attraverso un viaggio tra Balcani e Italia, ciò che rimane della memoria e della cultura degli eretici perseguitati dai papi e dall’Inquisizione. A scrivere è il regista, tra i vincitori del premio Ostana, in programma dal 24 al 26 giugno nel borgo occitano del Piemonte

Un messaggero di storie chiamato Paco

Far leggere libri a chi non può permetterselo, in America Latina. «Siamo la più grande multinazionale culturale del continente», dice Paco Ignacio Taibo II parlando della casa editrice di cui è direttore. Un impegno civile di cui lo scrittore ha parlato al festival Encuentro di Perugia e Castiglione del Lago

Santiago Gamboa: La mia Colombia alza la testa. E svolta a sinistra

«La Colombia è segnata da fortissime disuguaglianze. Il lavoro da fare è molto. Ma per la prima volta siamo una Repubblica democratica. È il giorno della nostra vera indipendenza» dice lo scrittore raccontando la vittoria alle presidenziali di Petro e Màrquez

Afroeuropei, se non ci fosse stata l’America

Il libro "Il chiaro e lo scuro: gli africani nell’Europa del Rinascimento tra realtà e rappresentazione” offre un’immagine del rapporto tra bianchi e neri molto diverso da quello che conosciamo dallo schiavismo americano. Abbiamo chiesto al curatore e docente dell’Università del Salento di raccontarci questa originale ricerca

Un mondo in fuga da guerre e persecuzioni

La siccità crescente, i conflitti, la violazione sistematica dei diritti, la fame hanno spinto oltre 100 milioni di persone ad abbandonare le proprie case, i propri affetti, il proprio lavoro per sopravvivere. Un’emergenza che non risparmia nessun continente. Europa compresa

Egregi G7, così potreste salvare l’Africa dalla fame

Il mix tra climate change, pandemia e guerra ha provocato crisi economiche e alimentari con effetti devastanti sulla salute delle persone nelle aree più vulnerabili del mondo. Le sette maggiori economie non possono più permettersi di girarsi dall’altra parte. Ecco l’analisi di due delegate dell’Y7, il “summit parallelo” dei giovani dei Paesi più industrializzati

Il Wto alla prova dei prezzi

Si conclude il 15 giugno a Ginevra l’incontro interministeriale dell’Organizzazione mondiale del commercio. In agenda, la crisi alimentare causata dal conflitto russo-ucraino. E anche la ricerca delle soluzioni per regolare i mercati dominati dalla speculazione

Maurizio Martina: Il dovere di sfamare il mondo

Nel 2050 gli abitanti della terra saranno 10 miliardi. «Dobbiamo trovare nuovi modelli di produzione agricola sostenibile preservando la biodiversità e l’ambiente» avverte Maurizio Martina vice direttore generale della Fao