Condividi

Le principali notizie di oggi. In primo piano la sparatoria nella caserma di Tunisi, colpita il 18 marzo dall’attacco al Museo del Bardo. Un caporale ucciso dopo che ha aperto il fuoco contro i commilitoni.

Tunisi, militare apre il fuoco in una caserma: quattro morti e 15 feriti. Nella caserma colpita dall’attacco al Museo del Bardo questa mattina un sergente sospeso dal servizio è stato ucciso dopo che ha aperto il fuoco contro i commilitoni, colpendone a morte altri tre e ferendone altri 15.

Il governo greco ha annunciato di non poter far fronte alle rate del prestito concesso dal Fondo Monetario e dall’ex Troika. La paura per un possibile default della Grecia e sulla tenuta dell’Euro ha fatto precipitare le Borse.

Spagna, Podemos conquista Barcellona e rompe il bipartitismo. Crollano i popolari, il partito del premier Mariano Rajoy arretra dal 40% del 2011 al 26%, delusi i socialisti. L’avanzata di Podemos rompe il bipartitismo in vista delle elezioni politiche di novembre.

Palma d’Oro del 68° Festival di Cannes a “Dheepan”, del regista francese Audiard. Miglior regista è Hou Hsiao-Xsien. Migliori attori Rooney Mara, Emmanuel Bercot e Vincent Lindon. Nessun premio per i tre film italiani in concorso.

Divorzio breve, domani parte la rivoluzione. Si impiegheranno da 6 a 12 mesi per dirsi addio. Questa è la rivoluzione della riforma che entra in vigore a partire da domani. Rischio caos nei tribunali: le nuove norme si applicano anche ai procedimenti in corso.

@LeftAvvenimenti

Commenti

commenti

Condividi