Perché abbiamo scelto di regalarvi con il numero di Left proprio questo calendario:

Either I’m nobody or I’m a nation. Sono nessuno o sono una nazione. Queste parole arrivano da un’isola. Le ha scritte in una raccolta di liriche chiamata Mappa del Nuovo Mondo un poeta nato ai Caraibi nel 1930. Il suo nome è Derek Walcott. “Amerai di nuovo lo straniero che era il tuo Io”. Walcott è Che Guevara, Adamo e Ulisse. Ha scritto Ome- ros, The Castaway, the Fortunate Traveller. Ha scritto «Alla fine di questa frase, comincerà la pioggia. All’orlo della pioggia, una vela». Ha gli occhi chiari e la pelle scura, degno figlio di Santa Lucia, isola sbarcatoio di migranti, pirati, marinai in partenza e in arrivo, isola dove «il sole, stanco dell’Impero, tramonta. Nel tra- montare porta all’incandescenza un crogiolo di razze e culture ben più grande di qualsiasi crogiolo situato a nord dell’Equatore. Una vera Babele genetica». Que- sto lo scrive di lui un altro poeta migrante, Iosif Brodskij. È inutile spiegare perché ricordo la biografia di un poeta meticcio parlando di Tempo e di Europa. Odissee nuove sono state scritte negli ultimi mesi, quando migliaia di Ulisse si sono messi in marcia dalla guerra e dalla fame. Manca una parola per dire anno di ieri, ma non è ancora illegale inventarne di nuove. Yesteryear 2015. È stato un anno, come la vita di Walcott, pieno di mare e isole, di percorsi che a forza di essere battuti, hanno riscritto la Mappa del Nuovo Mondo. Qui e adesso in Europa. Le foto sono state raccolte lungo quel cammino. Il calendario altro non è che una mappa del tempo. 2016. Sperando che come la mappa del mondo di Walcott, sia nuovo.

Michela AG Iaccarino

Ed ecco le tappe del nostro viaggio, mese dopo mese, nel mondo nuovo:

Gennaio
Serbia
Febbraio
Atene, Grecia.
Marzo
Lui, Sud Sudan.
Aprile
Lesbo, Grecia.
Maggio
Parco Pedion Tou Areos, Atene, Grecia.
Giugno
Lui, Sud Sudan.
Luglio
Varco di Svetka Petka, Serbia.
Agosto
Atene, Grecia.
Settembre
Opatovac, Croazia.
Ottobre
Stazione di Majarboi, Ungheria.
Novembre
Campo rifugiati di Dohuk, Iraq.
Dicembre
Lui, Sud Sudan.

Commenti

commenti