La giornata della poesia, voluta dall’Unesco, che in tutto il mondo si festeggia il 21 marzo a Velletri è comincia già il 19 marzo con letture di versi del poeta turco Nazim Hikmet e di altri autori internazionali nella nuova Casa della cultura, in piazza Trento e Trieste. Un raffinato centro polivalente «che – racconta l‘assessore alla cultura Ilaria Usai – abbiamo voluto inaugurare con un evento all’insegna della poesia e del jazz, con il concerto dei Vibes ospite Gianmarco Tognazzi».

In controtendenza con quanto accade in molti Comuni italiani che in tempi di crisi tagliano la cultura, Velletri ha scelto di fare un investimento importante.
«La città è ricca di cultura -sottolinea l’assessore di Velletri – perciò questa amministrazione ha fortemente voluto il recupero di diversi siti storici che da troppo tempo erano abbandonati all’incuria e al degrado». Grazie a fondi europei ottenuti con il progetto Plus sono stati restaurati e recuperati così l’ex convento dei frati carmelitani del XIII secolo e le rovine del tempio delle stimmate che sorge su un ex tempio volsco. «I lavori di restauro sono terminati a inizio marzo 2016 ed ora questi spazi storici sono a disposizione di tutti», dice Usai. «In futuro l’ex convento sarà la casa della cultura e della musica e ospiterà la biblioteca comunale del fondo moderno.Mentre il tempietto sarà inserito nel circuito storico culturale per le visite. Inoltre – prosegue l’assessore – abbiamo avviato una collaborazione con l’Accademia delle belle arti di Roma anche per il trasferimento di alcuni dei corsi accademici». Insomma «vogliamo fruttare al massimo la opportunità di una eccezionale struttura come questa per offrire alla cittadinanza un punto di riferimento vivo e creativo, che dia la possibilità alle diverse realtà locali di valorizzarsi e misurarsi con quelle esterne, poiché solo dal confronto con gli altri è possibile una vera crescita culturale».

21 marzo giornata mondiale della poesia. Gli altri appuntamenti da non perdere.

Radio3 apre il palinsesto all’ascolto di poesie tratte dall’Antologia di Spoon River, pubblicata in America nel 1916. Saranno voci del teatro e del cinema italiano come Sandro Lombardi, Roberto Latini, Ottavia Piccolo, Graziano Piazza, Lucia Poli, Margherita Buy, Valentina Lodovini e molti altri a leggere quell’epopea della provincia americana che fu scoperta in Italia da Cesare Pavese e fu pubblicata da Einaudi nel 1943 per la traduzione di una giovanissima Fernanda Pivano che raccontava così il suo incontro con questo classico: «Ero una ragazzina quando vidi per la prima volta l’Antologia di Spoon River: me l’aveva portata Pavese, una mattina che gli avevo chiesto che differenza c’è tra la letteratura americana e quella inglese… Chissà perché questi versi mi mozzarono il fiato; è così difficile spiegare le reazioni degli adolescenti…». Sempre il 21 marzo alle 21, in diretta dalla sala A di via Asiago, va in onda lo speciale “Dormono, dormono sulla collina”, condotto da Stefano Catucci con l’attrice Maria Cassi e il compositore Nicola Piovani che con Fabrizio De André firmò nel 1971 le celebri melodie di “Non al denaro non all’amore né al ciel” . Con loro due gruppi musicali, i Tetes de Bois e il duo Quintana.

Umbria poesia: Il festival che ha preso il via lo scorso il 18 febbraio prosegue con una serie di importanti importanti fra i quali segnaliamo il 15 aprile Poesia e frontiera, con Franco Buffoni, Maddalena Bergamin e Marco Paone. Mentre alla Biblioteca comunale di San Matteo degli Armeni il 21 marzo alle 21 va in scena il recital Donne mie di Francesco Bolo Rossini, con brani di opere di Sibilla Aleramo. Natalia Ginzburg, Dacia Maraini e molte altre autrici.

Poetry Vicenza La giornata mondiale della poesia e non solo è festeggiata a Vicenza con eventi in luoghi storici e davvero spettacolari come il teatro olimpico, l’Odeo olimpico, Palazzo Leoni Montanari e la basilica palladiana. Il programma è intenso, e ricco di autori internazionali. Si comincia il 20 marzo con una serata Beat! E con la mostra La linea d’ombra di Roberto Rampinelli. In particolare all’Odeo olimpico il 20 marzo dalle 21 a mezzanotte si festeggiano i sessant’anni dell’Urlo di Allen Ginsberg. Tra gli ospiti Francesco Brugnaro e Lello Voce e il poeta corato Vojo Sindolic. Il programma prosegue poi fino al primo giugno. Tra i prossimi appuntamenti: all’ Odeo Olimpico il 31 marzo si alterneranno le voci del poeta estone Jüri Talvet e quella del lituano Antanas A. Jonynas su musiche di Alessandro Fedrigo. Mentre il 5 aprile in Palazzo Leoni Montanari interverrà il poeta sudafricano Roger Lucey.

Nel castello di Rilke a Duino
Mentre prosegue il Festival della letteratura e della poesia nel Castello di Duino la giornata mondiale della poesia si festeggia il 21 marzo, con Poeti a scuola, ovvero con la premiazione delle scuole vincitrici del concorso internazionale di poesia e teatro castello di Duino. Sezione progetti scuola con la lettura di una selezione dei testi premiati. Nel pomeriggio invece ci sarà la premiazione dei vincitori del concorso internazionale di poesia sezione giovanissimi. Con la lettura dei testi premiati. Alle 20 nell’Antico Caffè San Marco a Trieste, Dialoghi sulla scrittura con giovani scrittori a confronto, con Federica Manzon e Simone Marcuzzi. Gran finale delle premiazioni il 22 marzo nel Castello di Duino con la cerimonia di premiazione del concorso poesia inedita e letture scenica dei testi vincitori della sezione teatro. Tra gli eventi collaterali la mostra fotografica “dopo il viaggio” visitabile fino al 23 marzo.

Commenti

commenti