«Non chiedete risposte, siate LA risposta. Accerchiate il nemico con un esercito di temibili silenzi e colpitelo con una sola parola. Siete in guerra. Una guerra di informazione. Una guerra che non è necessario vincere perché già vinta. Una guerra per la quale avete scelto di nascere. Voi siete il loro incubo. Colpite con precisione un solo colpo e un morto per ogni colpo». Questo capoverso che a prima vista può sembrare l’incipit di un romanzo distopico, è solo un esempio dei tanti post che appaiono all’interno delle numerose chat Telegram, gruppi Facebook e canali Youtube che girano intorno alla galassia italiana di QAnon. Un esercito nascosto fra le pieghe dei nostri social, composto da “soldati digitali” con la missione di smascherare il complotto mondiale, reo di voler sottomettere gli ultimi uomini liberi. Un movimento che molti definiscono setta, nato negli Stati Uniti e velocemente tracimato negli ambienti della destra alternativa di tutto il globo. Una teoria che si “nutre” di post “chiamati drop (gocce)” rilasciati periodicamente da Q, un account anonimo comparso nei forum della sottocultura internet e legati in particolare ad Anonymous, anche se non esiste un vero e proprio collegamento diretto. Q, che asserisce di essere un militare nordamericano di alto rango, avrebbe svelato al mondo l’esistenza di una cabala adoratrice di Satana, che controllerebbe, oltre la politica mondiale, anche i mass media.

Ad ogni adepto di questa teoria è dato l’onere del proprio risveglio, attraverso le centinaia di “fonti di informazioni” rilasciate all’interno della loro bolla mediatica. Non troveremo quasi mai una linea di pensiero comune sull’interpretazione della realtà e questo permette un’incredibile capacità di reclutamento all’interno del movimento digitale. Post su rettiliani, cospirazioni giudaico massoniche, alieni e spiritualismo energetico, convivono quasi pacificamente. La concomitanza fra un drop che recitava “Ottobre Rosso” e la notizia della positività al Covid-19 di Trump ha innescato il proliferare di decine di ipotesi. In un commento a un video Youtube che tratta l’imminente emergenza si può leggere: «Io non ho bisogno di chiedermelo. Semplicemente Trump fingendo di essere malato, si è messo al sicuro nell’ospedale militare. Anche perché hanno provato ad eliminarlo fisicamente viarie volte. Certo il Deep State non si aspettava una mossa del genere. Trump ha usato il loro finto virus a suo vantaggio». Al Deep State (stato profondo), come viene chiamato nel loro gergo, apparterebbero i maggiori esponenti della sinistra americana e mondiale: i coniugi Obama, Hillary Clinton, George Soros, la Merkel, Bill Gates, Macron e il nostro Conte. Oltre che dominare la Terra attraverso The Plan, un grande..

L’inchiesta prosegue su Left del 30 ottobre – 5 novembre 2020

Leggilo subito online o con la nostra App
SCARICA LA COPIA DIGITALE

SOMMARIO

Commenti

commenti