Lorena Fornasir e Gian Andrea Franchi sono indagati per aver salvato decine di sopravvissuti della rotta balcanica che riescono ad arrivare a Trieste. Indignati, increduli e spaventati per la sentenza contro Mimmo Lucano – «l’ora più brutta del nostro Paese» – dicono: «Visto quello che gli hanno fatto, se dovessimo andare a processo ci sarebbe da vergognarsi di essere assolti»

Ci dicono di un piccolo cimitero a Šid, non lontano da Belgrado, in Serbia, dove sono stati sepolti bambini e ragazzi dai 7 ai vent’anni. Otto tombe nella terra, con sopra un pezzo di legno. Si passa in fretta da lì, e non c’è tempo per una preghiera, un pianto, perché occorre subito riprendere il cammino verso la salvezza. Già quasi soffia la bora sulla “piazza del mondo”, in questo inizio chiaro d’autunno a Trieste, dove, spinti dall’inerzia, dall’istinto di sopravvivenza, feriti, le anime strappate, arrivano ogni giorno i disperati che intraprendono la famigerata rotta balcanica, della quale qui spesso si è scritto. Fuggono dalla non vita dei rispettivi Paesi ma sul cammino, ribattezzato il “game”, c’è l’inferno. Chi ce la fa, chi non viene rispedito indietro, sopravvivendo alla fame, alla sete, alle torture anche, spera di procedere altrove, Milano, e poi chissà, ciascuno inghiottito nella strettoia della sorte che gli tocca. Lorena Fornasir, psicologa, 68 anni, e suo marito Gian Andrea Franchi, 85, ex professore di filosofia e storia nei licei, che incontriamo proprio nel giorno in cui il Tribunale di Locri infligge 13 anni e due mesi di carcere a Mimmo Lucano, soccorrono questi giovani, spessissimo appena ragazzini, dal 2019. Left ne ha scritto a febbraio scorso, quando una mattina la polizia fece irruzione nel loro appartamento al quinto piano tappezzato di libri, sequestrando documenti e carte di Linea d’Ombra, l’associazione di volontariato che hanno fondato, accusati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina a scopo (addirittura) di lucro.

«Siamo increduli, spaventati. Questa sentenza segna veramente l’ora più brutta per…»…


L’inchiesta prosegue su Left dell’8-14 ottobre 2021

Leggilo subito online o con la nostra App
SCARICA LA COPIA DIGITALE

SOMMARIO