Facciamo il punto sulla possibilità di ricorrere in Italia alla interruzione di gravidanza farmacologica con il ginecologo Silvio Viale. È grazie soprattutto a lui se finalmente nel 2009 nel nostro Paese entrò in uso la pillola Ru486, medicinale essenziale per l’Onu
La possibilità di prescrivere la pillola abortiva Ru486 anche nei consultori, oltre che negli ospedali e nelle cliniche, si è fatta lentamente largo nelle Regioni italiane. Dopo la Toscana, prima amministrazione a rimuovere limiti considerati punitivi nei confronti delle donne che decidono di interrompere la gravidanza per via farmacologica, è stata la volta dell’Emilia Romagna.…