legge elettorale

article placeholder

Qualcuno mi spieghi perché andare a votare dovrebbe rappresentare una minaccia in democrazia

Oggi abbiamo Renzi che smantella lo Statuto dei lavoratori, domani potremmo avere, allo stesso modo, Salvini o similia e allora vedo ruspe, respingimenti, classi separate, diritti negati. E nessuno più a fermarlo. Allora continuo a pensare al mio amico e alla sua onestà. E a immaginare un Partito e un Parlamento che di fronte alla “minaccia di Renzi” di farli saltare dalla finestra, rispondono, “così non va, sali pure al Colle. Andiamo a votare e vediamo che succede”.

Fiducia sull’Italicum. E nel Pd si avvicina la scissione

A Renzi piacciono le prove di forza e infatti ha messo la fiducia sulla riforma elettorale, twittando ridondante: «La Camera ha il diritto di mandarmi a casa, se vuole. La fiducia serve a questo». E pazienza che lo stesso premier, quando non era premier, nel gennaio del 2014, dicesse che «fare la legge elettorale a colpi di maggioranza è uno stile che abbiamo sempre contestato».

Le cinque delle 13.00

Le principali notizie di oggi. In primo le ricerche nel Mediterraneo dei corpi delle vittime e di eventuali altri sopravvissuti dell’ultimo terribile naufragio nel Canale di Sicilia che avrebbe provocato oltre 900 morti.