Condividi

L’ultima brillante idea è del ministro Boccia: tracciare gli aperitivi piuttosto che i contagiati. Così 60.000 persone potranno esaudire il proprio desiderio di dare la caccia agli untori indossando la pettorina degli assistenti civici, volontari assoldati dalla Protezione Civile per “ricordare le regole della Fase 2”. Per evitare gli assembramenti evidentemente servono dei dissuasori umani. C’è da dire, a onor del vero, che l’idea del ministro Boccia non piace nemmeno al governo che infatti ha chiarito di non avere concertato nulla sulla scelta del ministro che avrebbe fatto una fuga in avanti. È vero che gli assembramenti sono pericolosi e vietati per legge ma l’idea delle ronde antivirus lascia un po’ perplessi, per una serie di motivi.

Innanzitutto i numeri: dal 18 al 24 maggio la polizia ha controllato 881.355 persone e 342.295 attività commerciali per il rispetto delle norme anti Covid, le sanzioni sono lo 0,45% per le persone e meno dello 0,1% per le attività. Non c’è qualcosa di strano? Questo significa che o stiamo parlando troppo di un fenomeno assolutamente marginale oppure significa che le forze di polizia controllano solo quelli in regola non accorgendosi dei colpevoli. Tutti e due gli scenari sono piuttosto preoccupanti.

Poi c’è la questione dei carabinieri, dei poliziotti, dell’esercito, dei finanzieri, della polizia locale, degli uomini della forestale, di quelli della marina e dell’aviazione che già sono a disposizione. Servono più uomini? Bene, allora forse sarebbe il caso di assumerne e di averne di più propriamente preparati, no? Mettere per strada questi novelli sceriffi, magari gli stessi che hanno fatto i cecchini del proprio vicino di balcone, per mandarli a interloquire con bande di giovani con l’aperitivo in mano non sembra un’idea fulminante, no?

A proposito, si legge che “il bando per reclutare gli “assistenti civici” sarà gestito dalla Protezione Civile e sarà rivolto a pensionati, inoccupati, lavoratori in cassa integrazione o persone che ricevono il reddito di cittadinanza o altre forme di sostegno al reddito”: davvero siamo sicuri che mandare in giro pensionati, la fascia più debole nei confronti del virus, sia una buona idea? No, dai, anche no.

Sarebbero utili invece dei volontari che traccino i contagiati, che si facciano raccontare i loro spostamenti durante i giorni del presunto contagio che si occupino di contattare le persone che hanno avuto contatti e che controllino che vengano sottoposte a tampone. Solo per proporre un’idea.

Però c’è un ulteriore aspetto negativo: con questa idea delle ronde dei paternalisti Boccia è riuscito perfino a fare urlare allo Stato di Polizia gli stessi che hanno celebrato Almirante pochi giorni fa. Insomma, un capolavoro politico.

Buon martedì.

Commenti

commenti

Condividi