nazioni unite

Chiesa e pedofilia, un papa dalla memoria corta

Il primo settembre è scaduto il termine entro cui la Santa Sede doveva presentare all’Onu le prove a conferma del rispetto della Convenzione per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Ma non l’ha fatto. Zanardi (Rete l'abuso): L’accattivante campagna mediatica del Vaticano non si traduce mai in fatti concreti. Sarebbe questa la «tolleranza zero» di cui parla tanto Bergoglio?

La «profonda preoccupazione» dell’Onu per lo sgombero di 800 rifugiati a Roma

A Roma, la polizia ha sgomberato uno stabile occupato dal 2013 che ospitava oltre 250 famiglie di rifugiati eritrei ed etiopi. E 800 persone sono finite a dormire per strada perché nessuno aveva previsto sistemazioni alternative. Riguardo il deprecabile episodio l'Unhcr ha espresso «profonda preoccupazione» perché questi migranti sono ora costretti a vivere in «situazione di grave disagio e marginalità»