libri

article placeholder

Ben detto vecchio Kurt

Saggezza alla Vonnegut a metà tra Adorno e Woody Allen, tra critica della società e gusto della battuta. A volte è puro cabaret, venato sempre da una sapienza filosofica o persino da un soffio metafisico-surreale. Altre volte ci imbattiamo in una riflessione sulla nostra civiltà.
article placeholder

Le parole per un addio

La malattia della madre nell'esordio narrativo di Peano può suscitare sentimenti opposti. Sembra avvitarsi proprio nella ricerca di una lingua non convenzionale e neanche "spettacolare”, ma non mancano pagine intense.
article placeholder

Un giallo stile Settanta

Paolo Restuccia ha inventato un bel personaggio, lievemente anacronistico ma del tutto credibile, per il suo "La strategia del tango" (Gaffi): Ettore Galimberti. Inserito in una intricata vicenda che ricorda i b-movie poliziotteschi degli anni 70.
article placeholder

Il coraggio di Andrea Caterini

Giordano di Andrea Caterini (Fazi) è un romanzo concentrato, duro, riflessivo, che concede pochissimo alla fiction, ad una narratività distesa e rotonda. Leggendolo mi chiedevo se non funzionasse meglio come testo teatrale, come una specie di monologo recitato in seconda persona.