governo Conte

Le scuole cadono a pezzi ma c’è chi al governo confonde in malafede la sicurezza con un controllo militare degli studenti

Il decreto Sicurezza e immigrazione e le politiche scolastiche del governo giallonero non tengono in nessuna considerazione la reale sicurezza degli studenti all'interno degli istituti. E generano disuguaglianze e discriminazione. Ecco perché dopo le occupazioni in alcuni licei romani e le manifestazioni di novembre la piattaforma di protesta non si ferma. Anzi.