Condividi

1) Il governo attuale giallonero non nasce dalle urne ma da un patto parlamentare, addirittura un contratto.
2) Salvini ha rotto il contratto perché dice che il governo non funziona e che lui vuole tutto il potere.
3) Non essendoci nessun governo eletto dal popolo e neanche una coalizione vittoriosa alle urne la caduta del governo non prevede nessun ritorno al popolo obbligatorio non solo per regola istituzionale ma per concreto svolgimento della situazione politica.
E soluzioni parlamentari non sono né tecnicamente né politicamente ribaltoni o inciuci. Naturalmente possono non piacere. Ma i confronti con Dini e Monti sono sbagliati tecnicamente.
4) Siccome il Parlamento non si “aggiorna” sui sondaggi o su altre elezioni come le europee l’attuale parlamento è legittimo.
5) In questo parlamento la Lega è forza di minoranza ed anzi per andare al governo ha rotto la sua coalizione elettorale, facendo lei si un ribaltone.
6) Se si vuole guardare alle europee in seguito ad esse si è formata a quel livello una maggioranza che esclude la destra. A questa maggioranza contribuiscono forze italiane, e non la Lega, che hanno la maggioranza anche in Italia.
7) Quese forze per me hanno la responsabilità di escludere la destra leghista anche in Italia.
8) Anche con i sondaggi Lega e Fratelli d’Italia hanno meno voti della maggioranza europea. Naturalmente col proporzionale.
9) Io e le forze a cui mi riferisco e cioè Sinistra Europea e Gue non facciamo parte della maggioranza europea. Siamo all’opposizione ma assolutamente contro le destre.
10) Non c’è nessuna reale possibilità che un governo con Salvini premier farebbe cose migliori. Probabilmente sarebbe rispetto alla UE come Orban e lo stesso verso il nostro Paese.
11) L’idea che l’opposizione a Salvini favorirebbe un buon bipolarismo è una riedizione persino più sciocca del tanto peggio tanto meglio.
12) Il proporzionale non solo è giusto ma è ormai un salva democrazia.
13) Vorrei tanto che in questa situazione ci fosse una Sinistra europea ma siamo in questa situazione anche perché non c’è.

PER APPROFONDIRE

Commenti

commenti

Condividi