Lo scrittore esiliato in Olanda parla della rivolta del popolo iraniano: «Non si può ottenere nulla con la violenza. I giovani lo sanno, a differenza dei mullah, che non capiscono nulla di arte, stuprano e uccidono»
Alla scoperta del patrimonio culturale dei berberi che celebrano Yennayr, il Capodanno, 13 giorni dopo rispetto al calendario gregoriano. Un popolo che continua a lottare nei Paesi nordafricani per i propri diritti
In Algeria lo scontro per il riconoscimento della minoranza amazigh è durissimo. I tribunali non esitano a condannare gli attivisti noviolenti del movimento di autodeterminazione della Cabilia all’ergastolo e alla forca. Una storia di feroce discriminazione di cui in Italia non si parla, denuncia Vermondo Brugnatelli, docente di Lingue e letterature del Nordafrica
Ieri terra di deportazione di milioni di persone, oggi Paese in cui gli orrori del passato si riverberano nei luoghi e nei volti. Per il Benin la tratta degli schiavi è una ferita mai rimarginata
La Costituzione non è un libro da spolverare ogni tanto con retorica e per far magari pulire la coscienza a custodi infedeli, ma un manifesto per la giustizia che, se attuato, può anche realizzare il diritto alla felicità
Istituti occupati, documenti e analisi della situazione economica e sociale. Con proposte di riforma della scuola dal basso. Così gli studenti italiani, da Milano a Roma, reagiscono alla politica del governo Meloni
La maggioranza degli inglesi e dei gallesi non è più credente. In Europa e America, ma anche in Asia e Africa, numerosi indicatori segnalano una diminuzione inesorabile dei credenti. E la religione cristiana attrae sempre meno giovani
Il sociologo Marco Marzano commenta i risultati della prima indagine su abusi e violenze contro i minori compiuti in ambito ecclesiastico, commissionata dalla Conferenza episcopale
Gli abusi psicologici e le violenze sessuali denunciati dalle suore della Comunità Loyola confermano quanto sia trasversale e sistemica la violenza sulle donne. Ne parliamo con la psichiatra e psicoterapeuta, Irene Calesini
Violenza psicologica e manipolazione. Sono le accuse di numerose suore contro la fondatrice della Comunità Loyola già finita di recente sui giornali per lo “scandalo Rupnik”. L’imbarazzo dei gesuiti e il silenzio del Vaticano