Se c'è un buon motivo per essere felici della fresca (mezza) legge sulle unioni civili è la sconnessa reazione dei pretini
È poco, è niente, è meglio di niente? Il parlamento ha approvato la legge sulle unioni civili. Diciamo finalmente. Ma siamo sicuri che non si potesse fare di meglio?
Il referendum è un'occasione: se non si cade nella tentazione di farne una battaglia pro o contro Renzi ci regala mesi per riflettere sui delicati equilibri che stanno tra la rappresentanza e i meccanismi di governo
Signore e signori è andata in onda la direzione del Partito Democratico che, ieri più che mai, è sembrata una brutta puntata di Happy Days
Devo subito fare una confessione: sogno di vivere in un Paese intrinsecamente politico. Mi piacerebbe discutere con la mia farmacista delle complicazione e gli interessi che mi sfuggono nel mondo dei farmaci, vorrei potere dedicare...
Stretta fra il Partito della Nazione (il Pd di Renzi, e le sue recenti annessioni di ex-berlusconiani) e il Movimento della Nazione (il M5S, ambiguamente estraneo alla dicotomia destra/sinistra), orfana della destra - federata a...
La rottura tra il premier uscente è il prodotto dell'ennesimo accentramento del potere da parte del presidente turco. A uscire di scena è l'uomo dell'accordo sui profughi con l'Unione europea, lo stesso che trattava con Bruxelles mentre Erdogan tuonava contro gli europei
Rien ne va plus! Si era appena ripreso dall’affare Guidi e gli è caduta in testa la tegola del presidente campano del Pd che telefonava ai Casalesi e li ringraziava per i voti. L'editoriale del direttore di Left per presentare il nuovo numero in edicola dal 7 maggio.
Se siete rimasti sconvolti dal linguaggio di Pino Maniaci, dal suo essere scurrile, sborone, incazzoso, sboccato come un cane sempre arrabbiato e con il fanculo sulla punta della lingua allora, semplicemente, non conoscete Pino. E...
La questione morale è (anche) ogni volta che ci lamentiamo di come vanno le cose e non ci mettiamo il naso, nelle nostre cose, convinti che il non occuparsi della cosa pubblica sia una liberazione fino al momento in cui gli altri intanto l'hanno resa cosa loro. E allora tutti ad indignarsi