Dalle lavatrici ai pannelli fotovoltaici della Tea Tek. Dopo quattro anni di cortei, proteste, sit-in e un presidio continuo nel sito industriale di Napoli, abbandonato dalla multinazionale americana, per 312 metalmeccanici la svolta è la riconversione green
Il programma ambientale dell’esecutivo è un ritorno al passato. E lo si vede nel mancato impulso alle fonti rinnovabili, nel continuo osteggiare le politiche europee di transizione energetica, nell’ossessione della destra per le opere faraoniche invece di migliorare le infrastrutture e contrastare il dissesto idrogeologico
Nell’Unione europea avanza il fronte delle destre ostili alle misure per contrastare il cambiamento climatico. I partiti conservatori e reazionari escono rafforzati nel voto in Germania e in Grecia, mentre in Spagna, alle elezioni di luglio, si profila la minaccia dei neofranchisti di Vox
La cultura non è l’accumulo di nozioni impartito da un professore a un alunno, ma riguarda l’elaborazione delle nozioni in funzione critica. È proprio questo ciò che serve
Al di là della reazione degli abitanti e della solidarietà di tanti volontari, gli eventi accaduti in Romagna sono la tangibile testimonianza di quanto i nostri territori siano impreparati ad affrontare eventi meteorologici o geologici estremi. Più che in cielo, allora, è a terra, nelle ferite aperte, che occorre guardare. Individuare errori e manchevolezze, e partire di qui per pianificare un uso diverso dei territori, anche in vista delle mutate condizioni del clima e della biosfera

Ma la Romagna?

Case inagibili, molte le infrastrutture fuori uso, molte le attività che ancora non ripartono. Dopo l'alluvione iniziata il 2 maggio ancora mancano interventi di ricostruzione e un commissario. E' sciacallaggio politico: Il governo vuole giocarsi la possibilità di capitalizzare il disastro per le elezioni che verranno
L’intreccio di culture diverse, il riuso sapiente di strutture obsolete, la reinvenzione dello spazio pubblico: sono i temi più originali della Biennale architettura di Venezia curata dall’architetto ghanese Lesley Lokko, non priva tuttavia di scorciatoie estetizzanti
I nativi di Lago Agrio devono fare i conti con le conseguenze di decenni di attività estrattiva petrolifera. Centinaia di pozzi sparsi in questo spicchio di Grande foresta, tra l’Ecuador e la Colombia, hanno portato malattie e danni ambientali. E oggi sono loro stessi a dover pagare le spese di bonifica
Si fa sempre più chiaro come siamo arrivati fino qua, nel succedersi di scelte basate su altre priorità momentanee che hanno sovrastato un equilibrio da rispettare, che non hanno tenuto conto della storia delle popolazioni che hanno costruito e modellato questi territori, ben sapendo che non sarebbero potuti scappare, se non a piedi, durante una piena
Il sindaco di Roma ha deciso di allargare la fascia centrale della città in cui non possono entrare i veicoli più inquinanti. Ma per salvare la città bisogna potenziare il trasporto pubblico su rotaia. E' il solo modo socialmente equo per coniugare il diritto all’aria pulita con il diritto a spostarsi