L'inaccettabile violenza di un gruppo di ragazzi su una ragazzina di 13 anni a Catania, riporta in primo piano la riflessione sull'educazione affettiva e sessuale a scuola: può essere un’importante occasione di crescita ma, se pensata in maniera astratta e coercitiva come lascia intendere il ministro Valditara, non può che fallire. Con insegnanti, psicologi, pediatri e studenti approfondiamo questo tema sul numero di Left in edicola fino all'8 febbraio
La riforma passata al Senato istituzionalizzerà le attuali diseguaglianze, aumentandole, considerata la totale assenza di fondi per provvedere a qualsivoglia forma di perequazione. In vista del passaggio alla Camera i comitati no Ad danno battaglia e organizzano incontri e dibattiti in vista di una manifestazione nazionale a Napoli
Quattro anni di studio invece di cinque, imprenditori e manager che salgono in cattedra, meno qualità dell'insegnamento. La sperimentazione per la "filiera formativa tecnologico-professionale" è stata bocciata dal Consiglio superiore della pubblica istruzione. Oggi, 12 gennaio, è il termine ultimo per le adesioni degli istituti. E intanto anche il liceo made in Italy si rivela un flop
È necessario fornire ai giovani strumenti per informarsi su temi come la contraccezione, la trasmissione di malattie veneree ecc. Ma per poter rispondere alle tante domande è necessaria una formazione personale e professionale di educatori e docenti, con idee chiare sull’essere umano e sulla sessualità
Il bambino non è una tavoletta di cera. Per il suo sviluppo psichico ed emotivo non serve inculcare nozioni ma occorre una valida relazione genitore-figlio, molto si gioca nel primo anno di vita
La retorica dominante, fin dalle scuole dell’infanzia, insiste sulla necessità di insegnare ai bambini i sentimenti, come se non arrivassero già con un bagaglio affettivo che si può e si deve sviluppare ulteriormente nelle relazioni umane
Ecco come gli adolescenti affrontano il tema della violenza contro le donne, dopo l'uccisione di Giulia Cecchettin. Il racconto di un insegnante su come la scuola può diventare un luogo che favorisce le relazioni umane
La proposta del ministro dell’Istruzione a proposito dell’educazione affettiva a scuola ha suscitato molte discussioni e critiche. Può essere un’importante occasione di crescita ma, se pensata in maniera astratta e coercitiva, non può che fallire
Tra le difficoltà che incontrano le famiglie siriane, quella di garantire l'istruzione ai figli è molto grave. Così Noiva, una ong svizzera che si dedica alla formazione, cerca di sopperire alle carenze del sistema scolastico di Amman
Dopo il femminicidio di Giulia Cecchettin, mentre tutto il Paese si interroga su come riconoscere e fermare la violenza contro le donne, fare prevenzione diventa fondamentale. Questo dialogo tra la psichiatra Irene Calesini e Federica Scrollini di Befree fa comprendere il lavoro che c'è dietro alla formazione e all'attività dei centri antiviolenza