Senza documenti perché esclusi dalla sanatoria oppure ancora in attesa di una risposta. Senza green pass perché vaccinati con Sputnik o Sinovac, e con enormi difficoltà di accesso al welfare. Se c’è un apartheid sanitario, è quello che colpisce i lavoratori immigrati in agricoltura
Presentando il ddl sulla Concorrenza il ministro Brunetta ha spiegato che i nuovi controlli alle imprese saranno annunciati in anticipo: «Prima di ogni controllo ci sarà una telefonata per programmarlo, specificarne la natura, individuarne i contenuti e i documenti necessari»
In Italia moltissime persone guadagnano appena quel che basta per dormire, mangiare e spostarsi. Salari da fame significa crescita della povertà assoluta. E pensioni da fame. Ecco quello che certa narrazione non prende in considerazione
La riforma del lavoro allo studio del governo può mandare in soffitta le norme introdotte dal Partito popolare nel 2012, che hanno aumentato precarietà e disuguaglianze. Ma Sánchez deve fare i conti con le tensioni interne e le pressioni di Bruxelles
Il governo Draghi non è davvero interessato a riequilibrare il sistema pensionistico e dare un futuro lavorativo agli under 35, osserva Roberto Ghiselli, segretario confederale Cgil con delega alle politiche previdenziali. Non a caso si va verso una restaurazione del metodo Fornero
La riforma delle pensioni ideata dal governo Draghi è una misura costosa e dalla breve durata. “Quota 102” ricade su una popolazione limitata e non necessariamente in difficoltà. A chi giova tutto ciò?
Dalla riforma Dini alla cancellazione di Quota 100, ecco come i governi di diverso colore hanno progressivamente ridotto il diritto di avere diritti in tema di previdenza, usando il falso argomento del conflitto generazionale
La riforma del reddito di cittadinanza così come pensata riesce nel miracoloso risultato di non essere più un freno allo sfruttamento e al ribasso dei salari
Qual è il vero motivo per cui il ministro si è scagliato contro il lavoro agile? La flessibilità va bene finché riduce salari e tutele, ma se permette una gestione più umana del tempo e oltretutto sposta i lavoratori (e quindi i consumi) dal Nord al Meridione, allora va stroncata
Le dichiarazioni del presidente di Grafica Veneta dopo il patteggiamento di due manager dell'azienda per sfruttamento di alcuni lavoratori pakistani