Presidenzialismo, leva militare obbligatoria, aiuti alle imprese e non ai lavoratori, blocco navale contro i migranti, attacco alla autodeterminazione delle donne...È quanto “promettono” le destre. Giorgia Meloni è stata applaudita al meeting di Comunione e...
Alcune riflessioni sul saggio di Domenico De Masi "La felicità negata"
Dai cambi di casacca per opportunismo a qualcosa di molto peggio. Come l'avallo della guerra in Iraq, le bombe "umanitarie" in Kosovo. Fino ai patti con la cosiddetta guardia costiera libica. Cari compagni i nostri elettori non sono stupidi, esigono coerenza e adesione ai valori di sinistra
Scorrendo le liste della destra ci si sorprende che il centrosinistra (e la sinistra) continui a farsi dettare l'agenda della campagna elettorale da moralisti senza morale che usano uno stupro come spot elettorale
A colloquio con il decano dei divulgatori scientifici italiani, il cacciatore di bufale per eccellenza, paranormali e non, Piero Angela. «Il pubblico va abituato. Deve sapere che ha il diritto di essere informato da fonti credibili e responsabili di ciò che dicono»
8 agosto 1956, una miniera esplode in Belgio. Fra i morti anche 138 emigrati italiani. Per loro non c'è ancora stata giustizia
La campagna elettorale fin qui è stata piena di niente: una spartizione di posti rivenduta come scontro di idee
Giustizia climatica e sociale. Diritti sociali e civili. Beni comuni. Bisogni e benessere non solo materiale delle persone. Fratellanza e solidarietà fra i popoli. Europa delle culture e delle differenze. L'ex magistrato e sindaco di Napoli presenta il programma della formazione che riunisce Potere al Popolo, Rifondazione Comunista, il gruppo parlamentare ManifestA e molte realtà sociali e intellettuali
Mentre resta al palo la messa in sicurezza del nostro territorio, prosegue senza sosta la corsa dell'Italia agli armamenti per rispondere alle esigenze della Nato
Dall'invasione tedesca del Belgio nel 1914 all'aggressione russa contro l'Ucraina nel 2022 poco o nulla è cambiato in termini di propaganda militarista: alla base c'è sempre la negazione dell'identità delle donne prime vittime di tutte le guerre insieme ai bambini