Arrivato dieci anni fa in Italia dopo essere fuggito dalla guerra civile in Costa d'Avorio, si è appassionato alla fotografia. Sempre in cammino, ha fondato una scuola per ragazzi di strada a Bamako e ha realizzato il progetto "Roma 10/20", osservando la città nei suoi lati più nascosti
Nella settimana dello sciopero contro Amazon e dei lavoratori della gig economy, ecco la storia di un ciclofattorino speciale. È il personaggio del romanzo "Candido" di Guido Maria Brera con i Diavoli. Ne pubblichiamo un estratto
L'appello di 500 familiari di vittime del Covid-19 di Bergamo attraverso la testimonianza del loro legale: »Ci aspettiamo che il presidente del Consiglio Draghi ci incontri»
Se c’è un settore che pare non sia stato toccato dalla pandemia, è quello delle armi: il business militare non conosce restrizioni. E le aziende italiane sono in prima linea
Il modo migliore per commemorare le vittime della pandemia è costruire un sistema in grado di evitare che si ripetano quelle tragedie. Ma sono molti i punti critici della sanità lombarda su cui il presidente della Regione non risponde, per esempio sulle vaccinazioni
Sanaa Seif è un'attivista egiziana di 27 anni, la sua storia ci aiuta a capire cosa significhi vivere oggi in Egitto per chi è considerato non allineato al regime del presidente al-Sisi. Nove mesi fa,...
In occasione del secondo anniversario dell'uccisione di Lorenzo Orsetti nel Rojava da parte di miliziani dell'Is, abbiamo incontrato suo padre Alessandro. Ecco cosa ci ha raccontato
Per ricostruire fiducia nella vaccinazione è necessaria una predisposizione all'ascolto di chi in questo momento nutre timori. E una comunicazione politica e scientifica all'altezza della situazione
Gilberto Cavallini e Valerio Fioravanti, assolti al processo per omicidio, non saranno mai più giudicabili. Ora che la pista neofascista riprende quota, questo può ostacolare nuove indagini sul caso mai risolto dell’assassinio di Piersanti Mattarella? Ne abbiamo parlato con il Gip milanese Guido Salvini
L’esecuzione del fratello del presidente della Repubblica da parte dei Nar di Fioravanti in cambio dell’appoggio della mafia all’evasione del neofascista Concutelli dall’Ucciardone di Palermo. La vecchia tesi del pm ucciso a Capaci riemerge dalle pieghe della sentenza sulla strage della stazione di Bologna. Inchiesta esclusiva