Il 24 aprile gli sloveni si recheranno alle urne per rinnovare l’Assemblea nazionale. Gli aventi diritto sono circa 1,8 milioni ma è facile prevedere che quasi la metà di loro resterà a casa, secondo “tradizione”....
Voluta dalla destra e approvata all’unanimità al Senato, la legge che riconosce il 26 gennaio come Giornata nazionale degli Alpini si sovrappone al Giorno per le vittime della Shoah e rimanda a un episodio chiave dell’alleanza di Mussolini con Hitler
Di fronte alle bombe, alla morte, alla distruzione, al rischio di escalation della guerra c’è bisogno di più discussione e non di bavagli
Giorgio Beretta, analista del commercio internazionale e nazionale di sistemi militari e di armi comuni per l’Osservatorio permanente sulle armi leggere e politiche di sicurezza e difesa (Opal) di Brescia, lo scrive senza troppi giri...
L’importanza del sostegno alla resistenza ucraina. Il senso profondo della lotta partigiana e della Liberazione. La Costituzione dimenticata, da continuare a difendere. Ne parliamo con il presidente emerito dell’Anpi Carlo Smuraglia: «Il 25 aprile non è un semplice ricordo del passato, ma anche una speranza, per il futuro, di restare sempre un Paese libero e democratico»
Da un laboratorio di scrittura nel carcere di Frosinone è nato il libro "Letteratura d’evasione", a cura di Federica Graziani e Ivan Talarico. Una raccolta di scritti dei detenuti, tra realismo e immaginazione, che apre uno squarcio su cosa significa vivere tra le sbarre di una cella
La pandemia, a Roma, ha inasprito le ingiustizie sociali colpendo soprattutto le persone senza dimora. Per costoro l’accesso ai servizi di sussistenza e a una casa è sempre più difficile e ostacolato da odiose politiche repressive
La guerra fa schifo ma anche dalle nostre parti qualcuno ce la mette tutta per riuscire a scivolare ancora più in basso. Giovedì la Guardia di finanza del Comando provinciale di Roma ha effettuato un'irruzione in...
Resistere civilmente, con la nonviolenza attiva, è rischioso, ma alla fine si fa la conta dei salvati anziché quella dei morti
Anche la propaganda ha i suoi arsenali, che, come quelli militari, hanno bisogno di tempo per essere messi a punto. Cinquantuno giorni fa abbiamo assistito attoniti alla dichiarazione, in diretta tv, dell’invasione dell’Ucraina da parte delle...