Avviso ai lettori: questo è l'articolo di un uomo fortunato che frequenta le librerie indipendenti da cliente e da ospite. Quindi è una dichiarazione d'amore a forma di reportage
Nel 1958 mi ritrovai a lavorare in Rai e mi venne assegnata la scrivania che fu di Gadda...
Cento anni fa nasceva Edith Piaf, una vita di corsa per una piccola donna divenuta uno dei simboli della Francia che cambiava
Dalla Milano di Bianciardi alla Parigi degli anni '50 per poi essere testimone della trasformazione del Paese e di mille altri luoghi e accadimenti. La fotografia per lui era un modo «per andare oltre la parola» e poter fare cronaca con un taglio più profondo e il linguaggio universale delle immagini che non conosce barriere linguistiche e culturali
Esiste anche un'altra storia, fatta di gesti semplici eppure straordinari, gesti che per molto tempo erano stati riservati agli uomini, che nessuna donna aveva mai compiuto. Gesti cha a volte sono vite che raccontano il cambiamento...
Può vantarsi di aver conosciuto Italo Svevo e di essere stato amico di Lucio Fontana. Come racconta nel libro intervista volume "Gillo Dorfles. Gli artisti che ho incontrato" curato da Luigi Sansone, e appena pubblicato da Skira editore.
Un documentario di Angelo Loy racconta la storia di Mona, le occupazioni delle case e il rapporto con italiani e stranieri in uno spazio condiviso. E la relazione con la madrepatria di prime e seconde generazioni dell'emigazione
Un documentario racconta le storie dei - tanti - italiani che hanno deciso di vivere a Lisbona, in Portogallo
Cento opere e una rassegna dedicata a migranti e persone in fuga dalla guerra. Dal 27 al 4 dicembre la 56esima edizione dei festival dei popoli, storica rassegna di docufilm
Il primo concorso in 20 anni. Ma nella legge di stabilità si consente l'accesso a chiunque abbia una laurea triennale. Contrario il parere del Consiglio superiore dei Beni culturali: posizioni che richiedono competenze specifiche e c'è un bacino di persone qualificate a spasso