L'ipotesi di chiudere porti e frontiere ai cittadini extracomunitari non è solo una questione di miopia politica e/o di carenza di umanità (che a volte sfocia in vera e propria xenofobia) delle istituzioni e dei...
Finora ha fatto arrivare 58 famiglie siriane, circa 200 persone. È l’imprenditore canadese Jim Estill che dal 2015 si ingegna a trovare casa e soprattutto lavoro a chi fugge dalla guerra. «Quando ho visto le immagini in tv della Siria ho pensato che dovevo fare qualcosa»
Qual è lo stato di salute dell'occupazione in Italia? Non c'è da stare allegri. Nonostante i trionfalismi, la disoccupazione è stabile, crescono solo gli occupati a tempo determinato e si affaccia il fenomeno del lavoro gratuito. L'analisi dell'economista, di recente protagonista di uno scontro in tv con Oscar Farinetti
In occasione della grande mobilitazione della Cgil contro “il ritorno dei voucher” abbiamo chiesto a una scrittrice di talento di raccontarci la sua esperienza e quella di tanti suoi coetanei
In piazza per la manifestazione del 17 giugno contro la “truffa” dei voucher. L’obiettivo per i prossimi anni? Regole e garanzie per impedire il progressivo svuotamento dei diritti dei lavoratori. La parola al segretario della Fiom Cgil
Ritorno al peggior passato: nel consiglio comunale di Sermide-Folonica entra la candidata sindaca della lista "Fasci del lavoro", un partito ispirato alla Repubblica di Salò
Un appello che tutti i cittadini possono firmare. E' rivolto alla Cassazione e al Presidente della Repubblica: "L'emendamento che reintroduce i voucher è illegittimo"
Accogliamo e pubblichiamo  l'interessante contributo alla discussione sull'impatto della robotica sul mondo del lavoro di Paolo Gambacciani e Lorenzo Cei studenti del corso di laurea specialistica in Politica Istituzioni e Mercati, dell'Università di Firenze Il World...
Non chiamatele morti bianche. Non è questione di sicurezza sul lavoro. Qui si tratta di mettere in piedi un cantiere permanente, più che autorizzato, addirittura indispensabile, per costruire un Paese migliore.
Tra il ritornello mediatico e lo slogan politico della crescita nessuno spiega che l’aumento del Pil dipende in realtà da spese, come quelle militari e sanitarie, che non fanno aumentare la qualità della vita. Lo svela il libro di Lorenzo Fioramonti Presi per il Pil